EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: Marzo 31, 2012

Involtini di bresaola con riso

Preparate questi saporiti e particolari involtini per antipasto della vostra tavola del 25 aprile. Adagiateli su di un letto di rucola, otterrete i colori della bandiera.

Involtini di bresaola con riso

Ingredienti per 4 persone
Bresaola a fette: g 300
Riso basmati: g 200
Un rametto di finocchietto selvatico
Un limone
Insalata
Olio extravergine di oliva
Sale

Lavate, asciugate e sminuzzate il finocchietto selvatico.
Cuocete il riso in acqua salata, scolatelo, stendetelo su un vassoio, conditelo con il finocchietto, irrorate con un filo di olio, aggiungete qualche goccia di limone, salate e lasciate intiepidire.
Stendete le fette di bresaola su un piano da lavoro, disponete al centro due cucchiai di riso e avvolgetele su se stesse, per confezionare gli involtini.
Servite gli involtini di bresaola nel piatto da portata su un letto di rucola, irrorate con un filo di olio, aggiungete un goccio di succo di limone e insaporite la preparazione con un pizzico di sale.

Published by:

Il ghee il nettare degli Dei in cucina

Il Ghee, il burro chiarificato, secondo la mitologia Indù, è stato creato, prima di ogni cosa, da Prajapati, signore di tutte le creature, sfregando le mani l’una contro l’altra; poi Prajapati ha dato origine alla sua progenie gettandolo nel fuoco. Usato nella medicina Ayurvedica e cibo ideale per gli Yogi, è alimento semplice e naturale.

Il ghi è il miglior tipo di grasso per il corpo e in assoluto è il migliore per il fegato. Il burro che noi siamo abituati a consumare è formato in parte di acqua circa 18% e di un 2% di proteine solide. Il resto è grasso animale. Questa combinazione lo rende pesante e nocivo alla nostra salute Nel ghee, l’eliminazione delle proteine animali e del lattosio, fanno sì che sia generalmente ben tollerato da chi è allergico al lattosio. Può essere spalmato sul pane, usato in cucina per friggere,condire e anche per i dolci; sciolto è usato per condire l’insalata.

Preso a cucchiaini a digiuno è valido aiuto in caso di gastrite, sciolto in un bicchiere di latte caldo è un ottimo lassativo. Il ghi è inoltre nutriente per la pelle e facilita la guarigione delle ferite. È lenitivo per gli occhi: ottimo per la vista debole.

Il ghi può essere acquistato nei negozi di alimentari etnici, ma può essere facilmente preparato in casa.

 

Published by:

Ghee, burro chiarificato

Il ghee è un sostituto del burro che rende leggeri e più profumati i nostri piatti. Ci viene regalato dalla tradizione indiana e dalla medicina ayurvedica.
Fare il ghee non è difficile vediamo come si procede.

Ghee, burro chiarificato

Ghee, burro chiarificato 
tempi: 30′ 
1 Kg di burro.


Sciogliete il burro, in una grossa pentola, a fiamma media finchè giunge ad ebollizione.
Quando la superficie del burro si copre di una schiuma bianca abbassate al minimo, a pentola scoperta, e togliete le parti solide che si accumulano in superficie; fate questo con una schiumarola. Procedete con attenzione per non bruciare il ghee che sarà pronto quando, avendolo schiumato, il colore sarà dorato tanto da permettervi di vedere il fondo della pentola.
Una cottura lenta e prolungata darà ottimi risultati e permetterà  alle parti solide del burro di separarsi lasciando il ghee in superficie.
Travasate attentamente in un vaso di vetro o terracotta e fatelo raffreddare a temperatura ambiente, questo gli permetterà di tornare in forma solido. Assicuratevi che il Ghee si sia ben solidificato e poi conservatelo in un luogo fresco, buio e asciutto, oppure (ma non necessariamente)  in frigorifero.
Se è stato ben chiarificato, filtrato e ben riposto, il ghee  durerà per mesi!


Published by:

Garam Masala miscela indiana di spezie

La cucina indiana è famosa per l’uso delle spezie che combinate armoniosamente caratterizzano e insaporiscono ogni pietanza.
Cardamomo,  zenzero,  curcuma,  cumino, semi di coriandolo, fieno greco e assafetida sono quelle che è più comune trovare impiegate nelle ricette.
Garam Masala è una miscela di spezie originaria del nord dell’India che si è poi diffusa in tutto il paese. Garam significa “piccante”, masala  “spezia”. Nella tradizione indiana esistono diversi tipi di masala che potete ottenere miscelando diverse spezie a vostro piacimento.
Potete adoperarlo subito per insaporire i vostri piatti o conservarlo in piccoli vasetti.

Garam Masala miscela indiana di spezie

Ingredienti
1 o 2 cucchiai di ghee;
2 cucchiai di semi di cumino;
4 cucchiai di semi di coriandolo;
2 cucchiai di semi di mostarda nera;
2 cucchiai di anice o finocchio;
1 cucchiaio di  polvere di zenzero;
2 bastoncini di cannella ( da aggiungere a piacimento)


Pestate con una certa fermezza le spezie in un mortaio, sino ad ottenere un un composto grossolano( potete adoperare il mix per il caffè).
Scaldate il ghee e portatelo a temperatura massima, senza bruciarlo. Fate cadere le spezie  che immediatamente cominceranno a gonfiarsi e a scurirsi e lasciatele per circa 30 secondi.
In ultimo spolverate con lo zenzero e subito dopo togliete il masala dal fuoco.
Il garam masala può venire usato durante la cottura, ma, diversamente da altre spezie, viene spesso aggiunto al termine della cottura, in modo che l’aroma non sia disperso. Non è piccante nel proprio senso del termine, piuttosto parecchio pungente.


Published by:

Agnello all’indiana profumo di primavera

In questi giorni di festa, in primavera la carne di agnello è quasi d’obbligo. Prepariamo l’agnello alla maniera indiana, in un mondo di profumi e spezie.

Agnello all’indiana

Ingredienti
300 grammidi polpa di agnello a cubetti
1 limone biologico
2 vasetti di yogurt bianco intero
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di zenzero in polvere
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di garam masala
1 manciata di foglie di menta

Mettiamo in una capiente bacinella lo yogurt bianco intero, un cucchiaio di olio, il succo filtrato di limone, lo zenzero, la menta, l’aglio schiacciato, il sale, il cumino e il garam masala. 
Misceliamo molto bene e mettiamo a marinare in questo composto i pezzi di agnello.
Copriamo la bacinella e mettete in frigorifero per almeno 1 ora mescolando ogni tanto.
Scoliamo l’agnello dalla marinatura ed infilziamoli negli spiedini. Cuciniamoli in una griglia calda per circa 15 minuti.
Serviamo con fette di limone e foglie di menta fresca.
Potrete portare questi spiedini in tavola accompagnati da riso Basmati bollito.


Published by:

Polpettone farcito a festa per Pasqua

Il polpettone è un classico in cucina che, con qualche variante, possiamo servire per le feste. Ottimo per le scampagnate primaverili e per le gite fuori porta del periodo di Pasqua.

Polpettone farcito a festa

Ingredienti per 4 persone
Polpa di manzo macinata g 250
Polpa di maiale macinata g 250
Un cespo di lattuga
2 uova
Parmigiano grattugiato g 80
Pane raffermo:g 50
Latte: un decilitro
Noce moscata
Fontina a fette: g 200
Tonno sott’olio:g 100
Olio extravergine di oliva
Sale e pepe


Sfogliate la lattuga, lavatela,sbollentatela in acqua salata per
dieci secondi, sgocciolatela, lasciatela intiepidire e tenete da par
te.
Amalgamate in una ciotola le carni macinate con le uova sgusciate, il parmigiano,grattugiato, il pane ammorbidilo nel latte e strizzato e la noce moscata e aggiungete un pizzico di sale e di pepe.
Su un piano da lavoro stendete la carta da forno, disponete il composto di carne approntato, appiattitelo leggermente con le mani, adagiate al centro la metà della lattuga, la fontina e il tonno sgocciolato, ricoprite con la lattuga rimasta, salate, pepate e richiudete la carne su se stessa, per confezionare il polpettone.
Disponete il polpettone in una teglia con l’olio e cuocete nel forno a 230 gradi per dieci minuti, quindi abbassate la temperatura a 190 gradi e continuate la cottura per venti minuti.
Estraete il polpettone dal forno, lasciatelo riposare per dieci minuti, disponetelo nel piatto da portata e tagliatelo a fette, prima di servire.


Published by:

Cestini di pane con uova sode

Un antipasto pasquale davvero divertente. Farà la felicità dei vostri bambini se lo accompagnrete con salse golose come la maionese.

Ingredienti:
4 uova
300 grammi di pasta lievita (da pane)
olio extra vergine d’oliva

Mettiamo le uova a bollire in acqua calda, facciamole cuocere 10 minuti, scoliamole e mettiamole in acqua fredda. prendiamo la pasta lievita, stendiamola su un piano infarinato e tagliamo otto strisce. prendiamone due e intrecciamole fra loro e mettiamole alla base delle uova come per creare un cestino.
Accendiamo il forno, togliamo le uova dai nostri cestini e disponiamoli su una placca.
Cuociamoli 15 minuti a 180 gradi. Tiriamo fuori dal forno, ungiamo i cestini con poco olio e rimettiamoli altri 5 minuti. Facciamoli freddare, sgusciamo le uova ed inseriamole all’interno dei cestini di pane. Serviamo su letto di rucola.


Published by:

Focaccia di Pasqua giallo zafferano

Una simpatica idea per i vostri ospiti alla tavola di Pasqua.

Focaccia di Pasqua giallo zafferano

Ingredienti

Pasta da pane lievitata 300 g
Farina bianca 150 g
Uovo intere 3
Tuorli 2
Zafferano 2 bustine
Olio di oliva o cucchiai
Zucchero 1 cucchiaio
Rosmarino 5-6 rametti
Aglio uno spicchio
Pecorino grattugiato 1OO g
Provolone 80 g
Uvetta 2 cucchiai
Burro 3 cucchiai
Farina 4 cucchiai
Sale fino


Ammollate l’uvetta in acqua molto calda,dentro una ciotolina, fino
al momento di usarla. Tagliate il provolone a dadi.Rompete le uova in una ciotola e unitevi 2 tuorli.
Lavorate le uova con una forchetta e unitevi provolone, pecorino, sale
fino e zucchero. Mescolate.
Aggiungete le foglie di un rametto di rosmarino. Mettete l’olio di oliva in un tegamino, unitevi le foglie di rosmarino e l’aglio sbucciato e schiacciato, fate andare un pochino a fiamma bassa. Ora filtratelo e trasferitelo in una ciotolina .
Tenetene da parte 2 cucchiai e sciogliete lo zafferano in quello rimasto. Unitelo al composto di uova, nella ciotola, mescolando . Scolate l’uvetta asciugatela e setacciate i 150 g di farina in un piatto fondo.
Infarinate leggermente il piano di lavoro mettete la pasta, formando nel centro una conchetta e versatevi il composto.
Incorporate il composto alla pasta da pane, alternandolo con un
po’ di farina setacciata, finché tutti gli ingredienti sono incorporati.
Dovete ottenere un impasto piuttosto molle.Lavorate l’impasto con energia. Modellatelo in una palla e mettetela in una ciotola infarinata. Praticatevi una croce e coprite con un telo infarinato.
Lasciate riposare la pasta 2 ore, a temperatura ambiente, in un luogo tiepido. Spennellate lo stampo con il burro fuso, infarinatelo.Raccogliete la pasta e sistematela senza lasciare vuoti. Coprite la preparazione con il telo e lasciatela riposare 60 minuti.
Riscaldate il forno a 190 ° spennellate la superficie della focaccia con olio al rosmarino.
Cospargete la superficie con il rosmarino.
Infornate e cuocete sinchè la superficie è gonfia e dorata.
Lasciata la focaccia 10 minuti nel forno spento, sfornatela e trasferitela sul piatto da portata.


Published by:

Torta morbida alle noci di pecan

Un dolce molto morbido, privo di lievito e reso speciale dalle noci pecan. Queste noci sono particolarmente pregiate e vengono gustate nei dolci ma anche grigliate. Se non riuscite e trovarle sostituitele con le comuni noci.

Torta morbida alle noci di pecan

Ingredienti:
100 grammi di cioccolato al latte
100 grammi di burro
2 uova
200 grammi di zucchero
200 grammi di noci di pecan
150 grammi di farina
per guarnire:
zucchero a velo

Sciogliamo il cioccolato ed il burro a bagno maria, a parte lavoriamo le uova con lo zucchero.
Uniamo il composto di burro e cioccolato alle uova ed amalgamiamo.
Setacciamo la farina e versiamola nel composto unendo anche le noci tritate. Giriamo con cura; imburriamo uno stampo rettangolare e accendiamo il forno.
Cuciniamo per 30 minuti a 180 gradi e facciamo freddare all’interno del forno.
Spolveriamo con lo zucchero a velo e serviamo.


Published by:

Cosciotto d’agnello pasquale con erbe aromatiche

Il pranzo di Pasqua non è tale se in tavola manca il cosciotto di agnello. Vi proponiamo il più classico piatto di carne pasquale, saporito dall’aroma di primavera.

Cosciotto d’agnello pasquale con erbe aromatiche

Ingredienti per 6 persone
Cosciotto d’agnello, pronto per la cottura,
Pancetta in un solo pezzo 50 g
Olio d’oliva 4 cucchiai
Olio d’oliva per la teglia 3 cucchiai
Burro 2 cucchiai 4-Brandy 1/2 bicchiere
Vino bianco 1/2 bicchiere
Brodo di carne, di dado, i bicchiere
Senape un cucchiaio
Rosmarino, salvia, timo e maggiorana
Aglio 1 spicchio
Pangrattato 50 g
Grana Padano grattugiato 2 cucchiai
Pepe macinato 1 cucchiaino
Sale fino i cucchiaino


Sbucciate l’aglio e tritatelo nel con un pizzico di sale e uno di
pepe. Versate il trito su un piatto piano.
Tagliate la pancetta a striscioline larghe 4-5 mm.
Dividete le striscioline di pancetta in tacchetti lunghi circa2 cm.
Premeteli sul trito preparato,in modo che se ne ricoprano bene.
Allargateli sul piatto e teneteli in freezer 10 minuti,per farli un po’indurire.
In una ciotolina versate 4 cucchiai di olio di oliva, sale e pepe,
mescolando bene con una forchetta.
Spennellate il condimento su tutto il cosciotto, compreso l’osso. Formate con la punta del coltello del tagli profondi in diverse
parti della polpa.
Infilate in ogni taglio un tacchetto di pancetta indurita. Bagnate un pezzo di carta da forno con acqua fredda e strizzatelo molto bene con le mani. Allargatelo sulla placca e spennellatelo con 3 cucchiai di olio.
Trasferite il cosciotto sulla placca e riscaldate il forno a 180°.
Introducete la placca nel forno e aspettate che la carne abbia
preso un leggero colore. Togliete dal forno e bagnate il cosciotto con il brandy, da tutte le parti. Proseguite la cottura 20 minuti e
bagnate la carne, ma con il vino.
Raccogliete il fondo di cottura che si è formato sulla carta con un cucchiaio e versatelo sulla carne.
Rimettete in forno sinchè inizia ad essere ben dorata. Se il fondo si asciuga bagnate con altro vino. Trasferite il cosciotto su un piatto. Filtrate il fondo di cottura con un colino,allungando con il brodo caldo. Raccoglietene mezzo mestolo e versatelo nella ciotola. Diluitevi la senape e spennellate il cosciotto su ogni parte.
Appoggiate di nuovo il cosciotto sulla placca.
Se fa carta si è rotta, foderatela con un pezzo nuovo, spennellato con fondo di cottura.
Portate a 230° la temperatura del forno. Lavate le foglie da metà aromi,asciugatele con carta da cucina.
Lavate le foglie di metà aromi,asciugatele con carta da cucina.Tritatele  con pangrattato e grana. Distribuite il trito sulla parte superiore della carne, facendolo aderire con le dita.
Infornate di nuovo e aspettate che la crosta diventi croccante.
Fate riposare 10 minuti la carne, coprendola con carta di alluminio.
Portate a bollore il fondo di cottura rimasto. Aggiungete
il burro freddo, a fiocchetti, mescolando con il cucchiaio di legno,
finché si è formata una salsina fluida.
Togliete la carta e trasferite la carne su un piatto da portata.
Salate e pepate la salsa e versatela sul piatto intorno al cosciotto. Tagliate alcune fette di carne, oblique, dalla parte opposta all’osso.
Adagiatele sul piatto e completate con ciuffi di aromi.


Published by: