EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Menta&Rosmarino- Cucino con voi » Gennaio 4, 2013

Daily Archives: Gennaio 4, 2013

Il secondo della Befana: fegato alla pancetta

Il fegato è un alimento prezioso anche per i più piccoli. Questo piatto preparato per la Befana è particolarmente saporito, grazie al limone e alla pancetta.
Ingredienti:
4 fette di fegato
sale
100 grammi di burro
2 foglie di salvia
1 limone
100 grammi di pancetta a cubetti

Sciogliamo il burro in una padella antiaderente, adagiamo il fegato e cuociamolo, girandolo. Aggiungiamo la pancetta e proseguiamo la cottura. Prima di spegnere aggiungiamo la salvia e un pò di succo di limone. Trasferiamo il fegato su un piatto e facciamo restringere la salsa. Irroriamo le fettine di fegato e serviamo.

Published by:

Carbone dolce per la calza della Befana

Se state pensando di fare da voi il carbone da mettere nella calza della Befana, vi proponiamo una semplice ricetta.

Carbone dolce

Ingredienti

400 g. di zucchero semolato 
 200 g. zucchero a velo
1 bianco d’uovo
1 cucchiaio di alcol puro, vodka o di grappa
colorante per alimenti nero 

Preparate la glassa montando l’albume a neve  unitevi metà dello zucchero semolato, ed infine l’alcol, lo zucchero a velo e il colorante scelto. Mettetela da parte.Versate lo zucchero semolato rimasto in una casseruola, copritelo completamente di acqua, mescolatelo e fatelo cuocere fino a quando inizierà a caramellarsi. Continuate a cuocere per una decina di minuti.  Abbassate il fuoco e versate  di colpo tutta la glassa, mescolate rapidamente. Rivestite una bacinella con della carta stagnola e versate  il composto, schiacciatelo con delicatezza per fargli assumere una forma regolare. Lasciatelo raffreddare, e a questo punto potrete romperlo in pezzi distribuiamolo nelle calze dei bambini.

Published by:

Antipasto speciale per la Befana Insalata di lardo di Calabria con salsa alla liquirizia

Un antipasto veramente speciale e profumato ci viene dalla Calabria, dove certo non mancano le arance e la meravigliosa liquirizia. Prepariamo questo antipasto per il pranzo della Befana, sarà veramente gradito.

Insalata di lardo di Calabria con salsa alla liquirizia
Ingredienti

3 grosse arance
2 grossi finocchi
150 g di lardo affettato sottilmente
7 noci sgusciate
1 cucchiaino di polvere di liquerizia
100 g di olio extravergine di oliva
sale


Puliamo e tagliamo i finocchi sottilmente, disponiamoli ben ordinatamente nei piatti di portata.
Sbucciamo al vivo due arance e distribuiamole sui finocchi. Emulsioniamo, a parte, l’olio insieme alla buccia e al succo dell’arancia, le noci tritate grossolanamente ed il cucchiaino di polvere di liquerizia.
Mettiamo il lardo sui finocchi e le arance e condiamo con l’olio preparato.

Published by:

Pecorino a basso colesterolo dalla Sardegna

Dalla Sardegna una scoperta innovativa ed interessante.

Il Pecorino diventa per tutti, sarebbe nato, infatti, un pecorino anticolesterolo.

Il Pecorino zero colesterolo sarebbe frutto della ricerca del Dipartimento di Scienze biomediche dell’Ateneo di Cagliari, con l’Asl 8, il Brotzu e l’università di Pisa, in collaborazione con l’industria casearia Argiolas.

 Il lavoro è stato pubblicato dal British Journal of Nutrition di Cambridge. Lo studio dei ricercatori, guidati da Sebastiano Banni, ha appurato che il formaggio di pecora “Cla” (con acido linoleico coniugato, del gruppo degli Omega 6) abbassa il colesterolo del 7%.


E’ Stato il professor Sebastiano Banni a guidare lo staff di ricerca e a scoprire che il formaggio di pecora se lavorato con opportuni sistemi non crea  colesterolemia e anzi può contribuire ad abbassarla, dunque il pecorino può entrare nella dietaIl pecorino Cla è prodotto dall’industria casearia Argiolas di Dolianova. Col professor Banni hanno collaborato Elisabetta Murru, Gianfranca Carta, Lina Cordeddu, Barbara Batetta, Simonetta Accossu, Sabrina Uda e Maria Elena Ghiani (Dipartimento Scienze biomediche Università di Cagliari), Marcello Mele e Pierlorenzo Secchiari (dipartimento Agronomia e gestione agroecosistema Università di Pisa), Stefano Pintus, Danila Pistis e Paolo Pintus (Centro malattie dismetaboliche e arteriosclerosi Azienda Brotzu) e Guido Almerighi (Centro obesità Asl 8).

(fonte Mediterranews)

Published by: