EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Author Archives: hermanndelmauriziano

Come si usano in cucina i tartufi di Acqualagna?

I tartufi di Acqualagna sono molto conosciuti in tutto il mondo e probabilmente sono una delle varietà più buone che esistano.
Esistono vari tipi di tartufi ad Acqualagna, i quali differiscono tra di loro per periodo di raccolta e sapore, ed è possibile reperirli con facilità in diversi siti che vendono i tartufi freschi online, in base proprio alla loro stagionalità.

Il più costoso tartufo in commercio, ed anche il più famoso, è il Tuber Magnatum Pico. Questo tartufo bianco è di forma tondeggiante ed all’esterno si presenta liscio al tatto. Il colore interno può variare dal marrone al rosa, in base al grado di maturazione in cui si trova. È molto digeribile e all’olfatto il suo odore è piuttosto forte.
Al gusto è molto aromatico, infatti in genere viene utilizzato crudo, affettato a piccolissime scaglie su piatti come risotto, parmigiana o un bel uovo all’occhio di bue.
Un altro tartufo di Acqualagna è il Tuber Melanosporum Vitt.

Questo tartufo è di colore nero ed al tatto si presenta molto ruvido e rugoso. L’interno è chiaro, se acerbo, ma diventa nero a completa maturazione. Viene considerato un tartufo di eccellenza. Per poterlo gustare al meglio è necessario cuocerlo.
Non va soffritto o rosolato, piuttosto può essere ben inserito nel ripieno dei ravioli e tortelli, oppure inserito nel ripieno di un bel volatile come il tacchino.

Ad Acqualagna è presente anche il Tuber Borchii Vitt, tartufo tondo che in genere resta di piccole dimensioni. È di colore chiaro, tuttavia è meno profumato rispetto al Tuber Magnatum Pico. Anche in questo caso, essendo un tartufo bianco, è consigliabile l’utilizzo crudo su vari tipi di piatti.
Risulta ottimo il suo accostamento con le tagliatelle al burro fuso.

Il Tuber Aestivum Vitt è l’ultima tipologia di tartufo di Acqualagna. Di colore scuro e una dimensione che varia dai 3 ai 10 centimetri, questo tartufo presenta all’esterno delle verruche di forma piramidale. All’interno è di color nocciola, con delle venature bianche. Il profumo ricorda quello dei funghi ed è sicuramente molto meno pregiato rispetto al Tuber Melanosporum Vitt. Essendo un tartufo nero è consigliabile gustarlo cotto.
Risulta ottimo il suo accostamento con il paté di fegato di vitello, oppure con gli spaghetti olio, acciughe e questo tartufo tritato.

Published by:

Sei sicuro di cosa porti a tavola?

Sicurezza degli alimenti, cosa portiamo in tavola
I controlli sulle materie prime e sui prodotti alimentari sono da tempo consolidati. E molta attenzione c’è anche per i materiali che entrano a contatto con gli alimenti. Tuttavia i rischi di contaminazione per migrazione di sostanze nocive sono sempre in agguato. Ecco dunque I consigli del laboratorio CSI specializzato nei test sul food, per portare in tavolo solo alimenti sicuri e ben conservati.

Continue reading

Published by:

CIBO A REGOLA D’ARTE, AVVIATI I LAVORI CON PROSECCO DOC e TIRAMISU’:

il dolce e il vino più venduti nel mondo 

  

 La prima edizione trevigiana di Cibo a Regola d’Arte prende le mosse da una Masterclass sul Tiramisù. “Il dolce più mangiato e più venduto del mondo” spiega il maestro pasticcere Luigi Biasetto raccontando tutti i segreti del tiramisù perfetto. 

“Il ricco patrimonio agroalimentare della nostra Regione sta diventando un driver cruciale anche per il turismo – dichiara Federico Caner, assessore al turismo e alla promozione Agroalimentare della Regione del Veneto –  Non è un caso che Treviso quest’anno abbia registrato una crescita a doppia cifra”. 

Continue reading

Published by:

I ITALIANI PREFERISCONO VINI BIANCHI, VINI DOC, VINI REGIONALI E SPUMANTI

Le tendenze di acquisto di vino nella Grande distribuzione nel 2017 analizzate da IRI per Vinitaly (Verona dal 15 al 18 aprile) – 648 milioni di litri venduti in questo canale di vendita – Tra i vini con crescita a doppia cifra: Grillo, Primitivo, Ortrugo, Ribolla, Valpolicella Ripasso, Cortese – Cantine e buyer della distribuzione organizzata si incontrano a Vinitaly e fanno affari nel Gdo Buyers’ Club

Continue reading

Published by:

I Cibi etnici un successo in Italia

I cibi etnici entrano nella dieta degli italiani: +8% in un anno

E Bofrost dedica un catalogo alle ricette del mondo

Protagonisti piatti Made in Usa, Tex-Mex, orientali e indiani, con un occhio al veg e al benessere. «Gli italiani sono incuriositi dalle tradizioni culinarie degli altri Paesi ma, specialmente al di fuori delle grandi città, gli ingredienti sono di difficile reperibilità e c’è poca varietà fra i ristoranti etnici. Il surgelato è una soluzione comoda e veloce per provare qualcosa di diverso»

Continue reading

Published by: