EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Category Archives: Antipasti

Pere al formaggio

Le pere al formaggio sono un preparazione insolita. Veloci da preparare le pere al formaggio sono stuzzicanti e perfette per la festa della donna.
Le pere sono benefiche perché contengono minerali come il potassio, il calcio ed il ferro. Apportano anche vitamine come la A, la E, la C, la K e la B.

Diuretiche e golose le pere sono utili per eliminare le tossine e hanno circa 35 calorie ogni 100 grammi. Contengono antiossidanti e fibre che contrastano la stitichezza e riducono l’assorbimento intestinali di zuccheri e grassi.
Oltre che al naturale le pere si possono consumare in molte ricette soprattutto abbinate ai formaggi e al miele. Sono protagoniste di tantissimi dolci, come le crostate, e si possono trasformare in marmellata. Si prestano anche ad essere essiccate oppure sciroppate.
Al momento dell’acquisto è bene privilegiare frutti sodi e con la buccia integra. Per favorirne la maturazione è possibile mettere le pere vicino a delle mele.

Passiamo adesso alla nostra ricetta delle pere al formaggio che si possono portare in tavola con delle fette di focaccia o di pane raffermo tostato. E’ un piatto che si può preparare in anticipo infornandolo pochi minuti prima di sedersi a tavola.
Ingredienti:
3 pere Abate sode
Olio extra vergine d’oliva
100 grammi di provola
100 grammi di pecorino grattugiato
Pepe

Laviamo le pere, eliminiamo il picciolo e tagliamole a metà. Con delicatezza eliminiamo il torsolo e tagliamo delle fettine di circa un centimetro. Disponiamole in una teglia da forno precedentemente unta. Condiamo le pere con un filo d’olio ed inforniamole per 5 minuti a 180 gradi. Nel frattempo tagliamo la prova a fette sottili. Sforniamo e mettiamo su tutte le fettine le provola coprendo con il pecorino. Mettiamo in forno con funzione grill per pochi minuti. La provola deve scaldarsi ed iniziare a fondere. Sforniamo, mettiamo su un vassoio e condiamo col pepe. Serviamo subito.

 

Published by:

Radicchio grigliato

Il radicchio grigliato è un antipasto vegetariano. Facile da preparare il radicchio al grigliato è una ricetta invernale che porta in tavola una delle grandi eccellenze del nostro territorio.
Il radicchio è molto versatile e si può gustare crudo o cotto, perché si abbina non soltanto alla carne ma anche ai cereali. Infatti, è spesso proposto con la pasta ed il riso ma anche in torte salate e frittate.

Il suo leggero retrogusto amarognolo è molto particolare e può essere più o meno spiccato secondo la varietà. Sviluppa poche calorie, circa 23 ogni 100 grammi, e ha un buon contenuto di fibre che migliorano il transito intestinale. Inoltre, contiene acqua, vitamina C, calcio, fosforo e potassio mentre è privo di colesterolo.
E’ bene mangiare il radicchio perché favorisce l’attività del fegato, depura e sazia a lungo; può essere utile anche nel regolare i valori di colesterolo nel sangue. Un altro vantaggio è la buona percentuale di antiossidanti.
Nella nostra ricetta il radicchio viene grigliato e poi aromatizzato col miele che regala un tocco di dolcezza che si può ottenere anche con l’aceto balsamico.
Vediamo come preparare il radicchio grigliato.
Ingredienti:
2cespi di radicchio trevisano
Olio extra vergine d’oliva
1 cucchiaio di miele millefiori
Sale
Olio extra vergine d’oliva
Formaggio a scaglie
Mondiamo il radicchio, eliminando le foglie più rovinate e la parte terminale del gambo. Tagliamo ogni cespo in quattro e scaldiamo la piastra; grigliamo e trasferiamo su un vassoio. Mettiamo il miele in una ciotola uniamo qualche cucchiaio d’olio e misceliamo bene.
Cospargiamo il radicchio con l’emulsione, saliamo e completiamo col formaggio grattugiato. Serviamo subito.

Published by:

Gamberetti al brandy

I gamberetti al brandy sono una delizia facile da preparare.
In genere i gamberetti hanno bisogno di pochissimi minuti di cottura e si prestano a tante ricette, dalla pasta alle torte salate.

Essi sono  crostacei molto diffusi che si possono acquistare surgelati oppure freschi, sia di provenienza nazionale che estera, essi  contengono minerali come il potassio ed il fosforo e tante proteine ma hanno anche una buona presenza di colesterolo.

I gamberetti sono di piccole dimensioni ed hanno un colore rosa con sfumature aranciate che diventano più intense nell’area prossima alle zampe.

Possono essere semplicemente sbollentati e conditi con olio extra vergine d’oliva oppure impiegati per condire primi piatti o per farcire golosi tramezzini e panini pic nic ai gamberetti e salsa rosa.

Continue reading

Published by:

Peperoncini piccanti ripieni

I peperoncini piccanti ripieni si possono gustare al naturale, soltanto sbollentati, oppure farciti con tonno, acciughe, capperi oppure olive. Un antipasto veloce e di stagione si può completare con dei peperoncini piccanti ripieni.

Si tratta di un ingrediente molto versatile e presente durante tutta la stagione calda fino all’autunno. Rossi e dal sapore intenso, i peperoncini danno una marcia in più a tutti i piatti, dalle zuppe fino ai contorni senza dimenticare i primi e i secondi. Si possono aggiungere a tutte le ricette, dolci compresi; il cioccolato abbinato ai peperoncini è una vera delizia sfruttata anche dall’industria.

Sono benefici a patto che non si ecceda con le quantità e non sia consumato da chi soffre di alcune patologie, come l’ulcera. Vengono consigliati per migliorare la circolazione sanguigna, attivare il metabolismo e favorire la combustione dei grassi.

I peperoncini piccanti ripieni possono anche essere riempiti e poi conservati sott’olio, così da poterli mangiare anche d’inverno. In questo caso è fondamentale sterilizzare con attenzione sia i barattoli che le capsule. Dopo aver sistemato i peperoncini all’interno dei vasetti è opportuno colmarli di olio, chiuderli bene e tenerli in un luogo buio e fresco. In alternativa possono essere essiccati al sole e poi conservati in vasi a chiusura ermetica ed adoperati durante tutto l’inverno. La pianta dei peperoncini si coltiva facilmente anche in balcone oppure in giardino, anche in piena terra.

Vi suggeriamo come preparare i peperoncini piccanti ripieni.

Continue reading

Published by: