EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Category Archives: Feste

La torta di pere e yogurt

La torta di pere e yogurt è un dolce semplice che si può preparare per la festa della mamma. Da preparare anche in pirottini monoporzione la torta di pere e yogurt ha un sapore delicato e speciale.
Le pere apportano acqua, fibre e minerali come potassio,calcio, fosforo e ferro; possiedono anche vitamine del gruppo B. Sviluppano circa 35 calorie ogni 100 grammi, sono leggermente lassative e sazianti.

Continue reading

Published by:

Le frittelle di San Giuseppe

Le frittelle di San Giuseppe si preparano il 19 marzo giorno della festa del papà. In Italia le ricette per le frittelle di San Giuseppe sono tantissime e differenti secondo la zona geografica di riferimento. Al Centro Italia si preparano con il riso mentre in Campania le zeppole si farciscono con la crema pasticcera mentre in Sicilia si utilizza la ricotta.
Noi vi suggeriamo una ricetta veloce da preparare in pochi minuti per festeggiare i papà.
Si tratta di morbidi frittelle da servire con miele o zucchero semolato.
San Giuseppe è protettore dei bisogni, delle famiglie ed è il padre putativo di Gesù. La festa di San Giuseppe in Italia ha un’origine molto remota ed indica l’arrivo della bella stagione. In tante località si accendono grandi falò beneauguranti che scacciano il freddo e assicurano raccolti abbondanti. Inoltre la tradizione vuole che dopo questa data si riprendano i raccolti agricoli.
La festa del 19 marzo coincide con la festa del papà, una ricorrenza nata negli Usa agli inizi del 1900. La signora Sonora Smart Dodd ha istituito una giornata per ricordare tutti i padri. Per la prima volta la festa si è svolta nel 1910.
Vediamo ora come preparare le frittelle di San Giuseppe.
Ingredienti:
300 grammi di farina
1 arancia biologica
1 uovo
Liquore all’anice
15 grammi di lievito di birra fresco
80 grammi di zucchero
200 grammi di latte intero
Per servire
Miele millefiori o zucchero semolato

Sciogliamo il lievito in pochissimo latte tiepido. Setacciamo la farina in una terrina capiente ed aggiungiamo il lievito. Mescoliamo ed incorporiamo l’uovo precedentemente sbattuto ed il resto del latte; lavoriamo bene. Versiamo lo zucchero, la scorza d’arancia ed il liquore. Giriamo con cura.
Scaldiamo abbondante olio, inumidiamo un cucchiaio nell’acqua e preleviamo piccole quantità di composto e mettiamo a friggere. Giriamole e appena sono dorate scoliamole e passiamole nella carta assorbente. Cospargiamole di miele fuso o con zucchero semolato.
Buon San Giuseppe!

Published by:

Budini allo zafferano

I budini allo zafferano sono dolci semplici per la festa della donna. Il colore intenso dei budini allo zafferano li rende perfetti per festeggiare l’8 marzo.
Lo zafferano è una spezia preziosa perché viene raccolta a mano ed essiccata naturalmente. In commercio si trova sia polverizzata che in stimmi.
Gli utilizzi dello zafferano sono veramente innumerevoli perché si impiega in ricette dolci e salate. Si può abbinare con i latticini, come la ricotta, ma anche col pesce ed i primi piatti. E’ l’ideale in biscotti, creme, torte ma anche frullati e macedonie.
Con questa profumata spezia si preparano anche liquori e confetture. Inoltre, è alla base di tisane ed infusi rilassanti.
La festa della donna è un evento internazionale che mette in risalto l’importanza delle donne nella società. La mimosa, fiore simbolo di questa ricorrenza, è stata scelta nel 1946 da tre iscritte all’Unione italiana donne perché fiorisce proprio in questo mese.
Per accompagnare i budini allo zafferano si può servire un liquore, anche casalingo, o delle lingue di gatto da acquistare in pasticceria o al supermercato.
Ecco la nostra ricetta per i budini allo zafferano.
Ingredienti:
200 grammi di semolino
½ bustina di zafferano
100 grammi di zucchero
600 ml di latte intero
1 limone biologico
Scorzette di limone candite
2 cucchiai di uvetta
Mettiamo l’uvetta a bagno in abbondante acqua tiepida.
Laviamo il limone e grattugiamo la scorza, solamente la parte gialla. Mettiamo il latte in un pentolino, uniamo lo zafferano e lo zucchero. Giriamo bene e mettiamo sul fuoco portando a bollore. Versiamo il semolino a pioggia ed iniziamo a mescolare con cura. Eliminiamo i grumi e cuociamo a fiamma bassa per circa 5 minuti, finchè non sia ben addensato. Spegniamo, aggiungiamo la scorza di limone e l’uvetta ben strizzata. Travasiamo in bicchieri trasparenti e facciamo freddare. Decoriamo con scorzette di limone candito.

Published by:

Quaresima, cavolo rosso stufato

Quaresima cavolo rosso stufato è una ricetta di magro. Il piatto Quaresima cavolo rosso stufato è una ricetta semplice e gustosa priva di carne.
Il cavolo rosso è tipico della stagione fredda e ha un sapore delicato. Contiene minerali come il potassio, il ferro, il calcio ed il magnesio e vitamine come la C, la A e quelle del gruppo B. Nel cavolo rosso si trovano buone quantità di antiossidanti, preziose fibre e pochissime calorie che lo rendono adatto anche a chi deve controllare il peso.
Si utilizza sia crudo, in insalata o pinzimonio, che cotto. E’ perfetto anche per arricchire minestre, vellutate e minestroni.
La Quaresima è un periodo di quaranta giorni che precede la Pasqua durante il quale non si consuma carne. La prescrizione religiosa vale, esclusivamente, per coloro che sono in buona salute e hanno dai 18 ai 60 anni. Gli alimenti che si possono utilizzare comprendono il pesce, le uova ed i latticini.
Ecco come preparare Quaresima cavolo rosso stufato, un contorno di stagione diverso dal solito.
Ingredienti:
1 cavolo rosso medio
Olio extra vergine d’oliva
1 cipolla piccola
Sale
1 mazzetto di prezzemolo
Aceto di vino bianco
Semi di sesamo
Mondiamo il cavolo, eliminando le foglie più rovinate; laviamolo e facciamolo asciugare. Tagliamo la parte terminale del gambo ed affettiamo il resto piuttosto sottilmente. Tritiamo la cipolla e mettiamola con abbondante olio in una padella antiaderente. Dopo pochi minuti aggiungiamo il cavolo, mescoliamo e saliamo. Mettiamo una spruzzata di aceto, aspettiamo che evapori e poi uniamo un bicchierino di acqua calda. Mettiamo il coperchio. Giriamo spesso e lasciamo cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Il cavolo delle risultare morbido.
A parte tostiamo i semi di sesamo senza aggiungere grassi. Spegniamo il gas, uniamo il prezzemolo tritato ed i semi di sesamo. Mescoliamo bene e serviamo.

Published by:

Torta al cioccolato per San Valentino

La torta al cioccolato per San Valentino è un dolce buonissimo e scenografico. Per il giorno degli innamorati la torta al cioccolato per San Valentino è un ottimo regalo ed una sorpresa per il partner. Noi vi suggeriamo di utilizzare una tortiera a forma di cuore, facilmente reperibile nei negozi di casalinghi ed online; in alternativa si può preparare in una tortiera rotonda e poi ricavare la forma desiderata utilizzando una mascherina di carta.

Continue reading

Published by:

Pinza veneta, dolce della Befana

La pinza veneta è una tipica ricetta per la festa della Befana. Rustica e semplice la pinza veneta è una torta antica e contadina, preparata con farina di mais e frutta secca.
Non esiste un’unica ricetta perché le varianti sono numerose e variano non soltanto secondo la zona geografica ma anche le usanze familiari. In alcune preparazioni non si usa il lievito mentre in altre la grappa è sostituita con dei liquori.

Continue reading

Published by: