EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

I diversi tipi di carne in una corretta alimentazione

Comment

Consigli e altro in cucina


La salute è, senza dubbio alcuno, il fattore più importante nella vita di qualunque essere vivente. Cercare quanto più possibile di mantenerla in buono stato è fondamentale per il benessere e, in questo campo, niente gioca un ruolo importante della combinazione tra attività fisica e corretta alimentazione. Questa, per essere sana, deve essere completa ed equilibrata. Deve quindi includere ogni tipo di alimento, senza escluderne nessuno. Inclusa la carne, che grazie al grande apporto di ferro, proteine e altri fondamentali elementi nutritivi, risulta un alimento essenziale nelle diete.

Vi sono diversi tipi di carne, e ognuno ha delle caratteristiche particolari. Se da una parte le carni bianche offrono proteine ​​nobili altamente digeribili, grassi insaturi, vitamine del gruppo B e minerali, come ferro, zinco e rame, dall’altra le carni rosse rappresentano una componente insostituibile in una dieta sana e varia, fornendo nutrienti essenziali come proteine ​​ad alto valore biologico, acidi grassi benefici e una varietà di micronutrienti indispensabili per una buona salute.

Secondo quanto suggerito da diversi studi scientifici, le proteine dovrebbero costituire il 20% dell’apporto nutrizionale quotidiano. Queste sono appunto contenute soprattutto nei vari tipi di carne, tanto che, specialmente per chi ha problemi di salute, l’esclusione di questo alimento è fortemente sconsigliata. Pensateci: avete mai visto un menu vegetariano in un ospedale?

Molti sembrano eliminare la carne perché qualche leggenda metropolitana narra che fa ingrassare. Non è vero che la carne fa ingrassare: ciò che fa mettere su peso non è la carne in sé, ma il suo abbinamento erroneo con altri alimenti, come pane, pasta o patate. L’accoppiata carne e verdure, oltre a essere gustosa, rappresenta invece un modo perfetto per ottenere il massimo valore in termini di valori nutrizionali senza il rischio di influire negativamente sulla propria linea.

Tra i diversi tipi di carne, la più diffusa è la carne di maiale, che nonostante venga definita in certi contesti come carne “rosa” possiede tutte le proprietà delle carni rosse. In particolare è fonte di proteine di alta qualità e di sostanze nutritive ad elevata biodisponibilità, vitamina B6 e B12, ma anche minerali come fosforo, potassio, zinco e selenio, mentre il ferro eme è leggermente minore rispetto alle altre carni rosse. La carne di pollo, come già accennato caratterizzata da una elevata digeribilità, contiene a sua volta proteine, ferro, zinco, magnesio e vitamine ed è indicata per ogni categoria di persone. La carne di manzo è caratterizzata da una elevata quantità di calcio, ferro, sodio, zinco, acido folico e proteine; è presente nella nostra alimentazione da almeno 2.6 milioni di anni e ha svolto una funzione chiave nella nostra evoluzione.

Ottimi tipi di carne ma meno diffusi sulle nostre tavole (e meno indicati per la perdita di peso) sono quella di oca e quella di agnello: queste, infatti, sebbene contenenti ottime dosi di zinco e ferro, devono fare i conti con una importante quantità di grassi saturi.

A seconda delle esigenze di ogni persona, legate a motivi di salute, diete o altre esigenze individuali, è possibile scegliere la tipologia di carne più vicina ai propri gusti, e alle proprie necessità, facendo attenzione alle calorie contenute e, come detto in precedenza, a evitare scorretti – sebbene gustosi – abbinamenti culinari. Mangiamo tranquillamente la carne, insomma. Se possibile, però, associandola non a pasta e patate, ma a verdure ed alimenti ricchi di fibre. 

Lascia un commento