EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La dieta mima digiuno

Comment

Approfondimenti Consigli e altro in cucina

La dieta mima digiuno permette di contrastare l’insorgenza di molte patologie, rallenta l’invecchiamento e tiene sotto controllo parametri come glicemia e colesterolo.

 

La dieta mima digiuno

Valter Longo, responsabile del Longevity institute e dell’Ifom di Milano, ha effettuato uno studio scientifico che sottolinea i numerosi vantaggi della dieta mima digiuno. Seguendo questo regime alimentare è possibile evitare il diabete, il sovrappeso, le patologie cardiache ed altri disturbi come l’invecchiamento. La ricerca ha coinvolto circa 100 persone con un’età media fra i 20 ed i 70 anni e ha sottolineato che dopo 5 giorni si raggiungono importanti obiettivi. I volontari hanno smaltito i chili in ecco e soprattutto hanno eliminato il grasso viscerale, considerato fra i più pericolosi. I valori a digiuno di glucosio sono migliorati, così come la pressione sanguigna. La dieta mima digiuno ha abbassato i livelli di proteina C reattiva e si sono imitati i rischi di sviluppare una patologia cardiovascolare. La dieta mima digiuno si è rivela indicata sia per chi aveva valori troppo alti sia per quanti godevano di uno stato di salute normale. I risultati raggiunti seguendo questo regime alimentare si protraggono nel tempo infatti, dopo circa tre mesi i valori dei pazienti erano rimasti buoni.

La dieta mima digiuno deve essere eseguito soltanto sotto controllo medico. E’ articolata in 5 giorni al mese durante i quali le calorie assunte giornalmente sono comprese fra le 750 e le 1000. E’ utile per la prevenzione delle forme tumorali, delle malattie cardiovascolari e per ritrovare il peso forma.

 

Mangiare senza ingrassare

Alimentarsi correttamente variando gli alimenti permette di mantenere il proprio peso corporeo. Sono tante le ricette della dieta mediterranea che consentono di assaporare piatti che siano, contemporaneamente, golosi e salutari. Per perdere peso è sempre necessario rivolgersi ad un medico che studi una dieta personalizzata, basata anche su proprio stile di vita. In linea di massima si può dire che per non ingrassare è bene contenere le salse ed i condimenti, soprattutto se a base di grassi saturi; l’olio extra vergine d’oliva andrebbe usato a crudo, pur con parsimonia.

Gli alimenti più sazianti sono, in genere, ricchi di fibre che permettono di controllare a lungo lo stimolo dell’appetito. Le fibre si trovano soprattutto nei cereali integrali, nella verdura, nei legumi e nella frutta. A tavola è bene seguire alcuni accorgimenti come ridurre le porzioni, non salare eccessivamente e masticare con calma, concentrandosi sul cibo che si sta consumando.

 

 

Leave a Reply