EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

La farina non cotta, meglio evitarla

Comment

Approfondimenti Consigli e altro in cucina

La farina non cotta non dovrebbe mai essere consumata perché potrebbe causare vari disturbi di salute. Quando si cucina la tentazione di assaggiare impasti contenenti farina non cotta potrebbe esporre al rischio escherichia coli.


Farina non cotta gli effetti
La farina non cotta potrebbe avere degli effetti negativi. Secondo quanto riportato dalla Food and drug administration la farina cruda potrebbe esser stata contaminata con dei batteri. Gli esperti hanno suggerito di non consumare prodotti con farina non cotta per non incorrere nel rischio escherichia coli. La farina non è sterilizzata e quindi potrebbe rivelarsi potenzialmente dannosa. Per quanto riguarda gli impasti dei dolci il problema è duplice perché, oltre alla farina cruda, vi sono le uova crude che possono veicolare la salmonella.
Per questo viene consigliato di mangiare prodotti con farina e uova soltanto se cotti.

Farina non cotta in cucina
La farina non cotta così come le uova non pastorizzate possono essere causa di problemi di salute. In cucina per evitare il rischio di escherichia coli è bene lavare le mani prima di cucinare e di mangiare; è fondamentale usare sapone ed acqua calda. Le mani devono essere lavate anche dopo aver toccato rifiuti, animali o essere andati in bagno.
In frigorifero si ripongono le verdure pulite e private di residui di terra. Gli alimenti cotti e crudi non sono mai vicini, così da ridurre le contaminazioni crociate. La carne, in particolare le bianche e di maiale, devono essere ben cotte ed è opportuno non consumare dolci con uova non pastorizzate.
La frutta e la verdura hanno bisogno di essere mondate e poi pulite con attenzione rimuovendo i residui di terreno e di sporcizia.
Quando si tocca il guscio delle uova, il pesce e la carne crudi è opportuno lavare le mani e gli utensili con acqua calda e sapone. Gli strofinacci e le presine devono essere puliti frequentemente.

Leave a Reply