EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le fave dei morti al cacao per la festa dei morti

Comment

Dolci Ognissanti

Le fave dei morti non possono che essere dei dolci tipici del 2 Novembre. Oltre alle fave dei morti, per questa ricorrenza, vengono preparati, quasi sempre altri ottimi  biscotti di mandorle e non solo.

In Italia, come anche in tutta Europa, è tradizione  preparare dolci particolari nei giorni a ridosso del 2 novembre. Infatti questi dolci ricordano nel nome questa ricorrenza del giorno dei Defunti o nella forma e consistenza quella di un osso.

 

Le fave dei morti

Le Fave dei morti o “fave dolci” sono appunto dei pasticcini alla mandorla, di forma ovoidale e schiacciata, cosparsi di zucchero a velo. Inoltre hanno l’aspetto di un amaretto, ma presentano una consistenza maggiore

Alcuni dolci soprattutto fanno spesso riferimento alle dita delle mani come uno speciale pane a forma circolare con due mani che si uniscono uso in Sicilia.

Ancora oggi in alcuni paesi d’Italia, la notte tra l’1 ed il 2 novembre, si pongono questi dolci su tavole imbandite per la visita notturna dei propri defunti. Questi ottimi dolci traggono la loro origine dall’usanza di mangiare le fave proprio in questi giorni. Infatti questa usanza affonda le sue radici nella storia dell’antica Roma.

Le fave dei morti la ricetta

I dolci dei morti contengono ingredienti semplici come farina, uova, zucchero ed aromatizzanti; spesso sono presenti mandorle finemente triturate o talvolta anche cioccolato, marmellata e frutta candita.

Le fave dei morti, conosciute anche come i biscotti di Ognissanti, hanno la forma di questo legume primaverile e sono preparate con una farina di mandorle dolci che si ottiene pestando nel mortaio, con infinita pazienza, delle mandorle secche e dello zucchero. Inoltre possono essere realizzate con l’aggiunta di spezie, cacao o di scorza di limone.

Ingredienti:
150 grammi di mandorle sbucciate
cacao
1 uovo
100 grammi di burro
1 bicchiere di grappa
100 grammi di farina

La preparazione è semplicissima.

Mettiamo, in una ciotola, la farina, lo zucchero e il burro. Ora uniamo l’uovo e la grappa lavorando bene.

Tritiamo la mandorle ed uniamole con il cacao all’impasto.

Formiamo delle polpette, leggermente schiacciate e allungate, dovrebbero assomigliare a delle fave.

Cuociamole in forno per 10 minuti a 180 gradi.

Facciamo freddare e serviamo.

Lascia un commento