EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Le pardule, dolci pasquali di Sardegna

Comment

Dolci Dolci e Dessert Feste Pasqua Sardegna

Le pardule sono dei dolci di Pasqua sardi. Le pardule, in sardo pardulas, sono cestini di pasta violata farciti con ricotta e zafferano. Dette anche formaggelle si  decorano con una spennellata di miele o di zucchero a velo.

Le pardule di Pasqua

Sono dolcetti casalinghi preparati con pochi ingredienti. A rendere speciali le formaggelle è la pasta violada, preparata con semola, acqua tiepida, strutto ed un pizzico di sale.

Le pardule si conservano in un luogo asciutto e si possono gustare anche a colazione o a merenda.

Le pardule, la ricetta

Ingredienti:

500 grammi di semola

Sale

100 grammi di strutto

150 grammi di acqua tiepida

Ripieno:

400 grammi di ricotta ovina

100 grammi di zucchero semolato

1 limone non trattato

1 cucchiaino di zafferano

Miele millefiori

Si mette la ricotta a scolare così che perda il siero. In una grande ciotola mettere la semola e formare una fontana. Sciogliere un pizzico di sale nell’acqua tiepida. Versare un poco di acqua ed iniziare a lavorare. Aggiungere lo strutto  a pezzetti e mescolare bene. Continuare a versare l’acqua, lentamente, ed impastare bene; se la pasta fosse troppo dura si aggiunge altra acqua.

Mettere la pasta su un ripiano infarinato, impastare bene e formare un panetto; avvolgerlo nella pellicola e far riposare al fresco. In una ciotola aggiungere la ricotta, la scorza di mezzo limone, lo zafferano e lo zucchero; girare ed aggiungere un cucchiaio di semola. Tirare la pasta non troppo sottile col matterello e ricavare dei dischi; si possono ritagliare usando una tazzina da caffè. Mettere al centro del disco un cucchiaio di ripieno. Con il pollice e l’indice, usando il polpastrello, pizzicare la pasta e portarla verso l’alto. Bisogna creare un cestino. Mettere i dolci su una placca da forno imburrata e mettere in forno già caldo. Cuocere a 180 gradi per 15 minuti. Sono pronte quando appaio dorate ma non devono scurirsi; sfornare e completare con il miele e le codette colorate o soltanto col miele.

Lascia un commento