EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Pangiallo romano, la nostra ricetta

Comment

capodanno Cucina Regionale Dolci Dolci e Dessert dolci natalizi Feste Lazio Natale

Il pangiallo romano è un dolce della tradizione romana. Tipico delle festività natalizie il pangiallo romano si prepara con ingredienti semplici come il miele e la frutta secca. Può essere considerato in parte simile ad altri dolci regionali che si preparano per il Natale. E’ il caso del panettone dolce della Liguria e del panpepato toscano che riprendono ricette molto antiche.


Esistono tante versioni del pangiallo romano che prevedono, per esempio, che prima della cottura venga spennellato con latte ed uova oppure con lo zafferano che conferisce il caratteristico colore giallo.
Perfetto per la tavole delle feste è l’ideale per la prima colazione e la merenda accompagnato da una spremuta o da un bicchiere di latte. Può essere donato per Natale ad amici e parenti, dopo averlo sistemato su un vassoio o all’interno di una scatola di latta. Se si porta in tavola si può servire a fette accompagnato da caffè, liquori o vini dolci italiani.
Il dolce romano dura a lungo, mantenendo intatto il sapore ed il profumo.
Ecco la nostra ricetta casalinga del pangiallo romano.
Ingredienti:
100 grammi di farina
200 grammi di nocciole
200 grammi di noci
250 grammi di miele
100 grammi di cacao amaro
200 grammi di uvetta sultanina
1 bustina di zafferano

Facciamo rinvenire l’uvetta in una ciotola di acqua tiepida e sciogliamo il miele a fiamma dolce.
In una terrina molto ampia setacciamo la farina. Uniamo le noci e le nocciole e mescoliamo; aggiungiamo l’uvetta dopo averla ben strizzata; versiamo il cacao. Amalgamiamo ed incorporiamo il miele, girando bene. Si deve formare un impasto sodo e consistente. Inumidiamo le mani e formiamo un panetto non troppo alto. Stemperiamo lo zafferano in poco latte e spennelliamo la superficie del dolce.
Sistemiamolo su una placca da forno imburrata e cuociamo per circa 20 minuti a 180 gradi. Facciamo freddare e serviamo a fette.

La foto è tratta dal web.

Leave a Reply