EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Peperoncini piccanti ripieni

Comment

Antipasti
peperoncinipiccanti ripieni

I peperoncini piccanti ripieni si possono gustare al naturale, soltanto sbollentati, oppure farciti con tonno, acciughe, capperi oppure olive. Un antipasto veloce e di stagione si può completare con dei peperoncini piccanti ripieni.

Si tratta di un ingrediente molto versatile e presente durante tutta la stagione calda fino all’autunno. Rossi e dal sapore intenso, i peperoncini danno una marcia in più a tutti i piatti, dalle zuppe fino ai contorni senza dimenticare i primi e i secondi. Si possono aggiungere a tutte le ricette, dolci compresi; il cioccolato abbinato ai peperoncini è una vera delizia sfruttata anche dall’industria.

Sono benefici a patto che non si ecceda con le quantità e non sia consumato da chi soffre di alcune patologie, come l’ulcera. Vengono consigliati per migliorare la circolazione sanguigna, attivare il metabolismo e favorire la combustione dei grassi.

I peperoncini piccanti ripieni possono anche essere riempiti e poi conservati sott’olio, così da poterli mangiare anche d’inverno. In questo caso è fondamentale sterilizzare con attenzione sia i barattoli che le capsule. Dopo aver sistemato i peperoncini all’interno dei vasetti è opportuno colmarli di olio, chiuderli bene e tenerli in un luogo buio e fresco. In alternativa possono essere essiccati al sole e poi conservati in vasi a chiusura ermetica ed adoperati durante tutto l’inverno. La pianta dei peperoncini si coltiva facilmente anche in balcone oppure in giardino, anche in piena terra.

Vi suggeriamo come preparare i peperoncini piccanti ripieni.

Ingredienti:

400 grammi di peperoncini piccanti

250 grammi di acciughe sott’olio

4 cucchiai di capperi sott’aceto

Laviamo i peperoncini e sbollentiamoli per circa 5 minuti, poi scoliamoli e facciamoli asciugare; asportiamo la calotta e svuotiamoli, usando dei guanti, privandoli dei semi e dei filamenti. Farciamo i peperoncini con le acciughe scolate e i qualche cappero e rimettiamo la calotta. Teniamo in frigorifero fino al momento di servire.

Lascia un commento