EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Seadas di Sardegna

Comment

Approfondimenti Sardegna

Le seadas sono dei dolci tradizionali della Sardegna,  fritti e poi cosparsi di miele. Di forma circolare e farcite con formaggio pecorino e scorza di limone le seadas assumono nomi differenti secondo l’area di riferimento.

Sono dolci poveri realizzati con ingredienti semplici come la semola, il formaggio pecorino e i limoni. Una delle principali caratteristiche delle seadas è la pasta all’interno del quale è racchiusa la profumata farcia di formaggio. Si tratta della pasta violata preparata con la semola, alla quale viene aggiunta una piccola percentuale di farina, strutto, acqua tiepida ed un pizzico di sale.

La pasta violata è molto elastica, si prepara facilmente ed è molto versatile; può essere assimilata alla pasta matta che è alla base della torta Pasqualina della Liguria. Il formaggio dovrebbe essere leggermente inacidito, in Sardegna si trova facilmente in vendita, ma può essere sostituito da un pecorino fresco, da una provola o da un primo sale.

 

Seadas di Sardegna la ricetta

 

La ricetta tipica vuole che le seadas vengano fritte in abbondante strutto che contribuisce a dare un sapore unico ed inimitabile.

Vi suggeriamo come cucinare facilmente le seadas con la nostra ricetta semplice.

Ingredienti:

500 grammi di semola

500 grammi di farina

100 grammi di strutto

1 pizzico di sale

Acqua

Per il ripieno:

1 limone non trattato

600 grammi di formaggio pecorino fresco

Strutto oppure olio per fritture

Miele di corbezzolo

 

In una terrina grande mettiamo la farina e la semola e mescoliamo bene. Aggiungiamo un pizzico di sale e lo strutto, iniziando ad impastare con un cucchiaio. Uniamo poca acqua tiepida per volta continuando ad impastare. Il risultato deve essere una pasta soda e liscia, formiamo un panetto e copriamo.

Nel frattempo tagliamo il formaggio a pezzi, mettiamolo in un padellino a fuoco molto basso aspettando che si fonda. Quando diventa lavorabile spegniamo il gas, uniamo la scorza del limone e con le mani ricaviamone dei mucchietti.

Stendiamo la pasta violata su un ripiano infarinato e ricaviamo due sfoglie; su una di queste adagiamo il formaggio e ricopriamo con l’altro disco di pasta. Chiudiamo i bordi con cura, ritagliamo con la rotella tagliapasta e per assicurarci che i bordi siano usiamo una forchetta. Scaldiamo abbondante strutto in una padella capiente e friggiamo le seadas poco per volta, girandole delicatamente. In un altro padellino sciogliamo a fuoco basso il miele.

Sono pronte quando diventano bollate e leggermente dorate. Scoliamole, passiamole nella carta assorbente e serviamo irrorate col miele.

 

 

 

 

 

Leave a Reply