EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: gelatina

Mousse al mandarino, il dolce dessert dell’8 marzo

Mousse al mandarino

Per offrire alle amiche per la festa della donna, o al nostro lui, questa mousse al mandarino, con il suo colore, è veramente un dolce in tema. Procuriamoci dei mandarini ecologici e un pochino di tempo, il risultato sarà garantito. Ricordate di fare questa mousse il giorno prima.

Mousse al mandarino

Ingredienti
10 mandarini grandi e biologici,
2 uova,
2 cucchiai di fecola,
60 g di zucchero,
1 foglio di gelatina,
1 cucchiaio di liquore al mandarino,
 scorza di mandarino grattugiata,


Spremete 8 mandarini, i rimanenti serviranno per la decorazione.Versate il succo di mandarino in una pentola e portatelo a ebollizione a fuoco moderato. Mescolate i tuorli alla fecola e aggiungete il composto al succo, mentre bolle. Ammorbidire la gelatina in acqua fredda. Continuate la cottura a fiamma bassa mescolando in continuazione per qualche minuto, finché la crema si addensa. Togliete dal fuoco, unite la gelatina strizzata, mescolate finché si sarà sciolta completamente e lasciate raffreddare.
Montate a neve gli albumi aggiungendolo zucchero. Unite il composto alla crema, spruzzate il liquore al mandarino, aggiungete la scorza e trasferite la mousse in un contenitore di vetro. Lasciate in frigorifero fino al momento di servire.
Al momento di gustarla, sbucciate i mandarini rimasti e decorate ogni porzione con spicchi spellati .


Published by:

Bavarese al caffè, per un dessert colorato

Bavarese al caffè, per un dessert coloratoBavarese al caffè

Un dolce che al di là di quel che sembra è di facile e veloce esecuzione. Servitelo incorniciato di ribes e mirto, il contrasto dei colori e la figura saranno eccezionali.

Ingredienti (6-8 persone)

4 tuorli,
150 g.di zucchero,
3,5 dl di caffè forte,
10 gdi gelatina alimentare in fogli,
1cucchiaio raso di farina,
2 dl di panna fresca,
ribes, qualche rametto di mirto.


Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda; in una casseruola montate i tuorli con lo zucchero fino a ottenere una crema ben gonfia e spumosa quindi unite la farina e poi, poco per volta e mescolando, il caffè. Ponete la casseruola sul fuoco e girando la crema in continuazione cuocila fino a che non si sarà addensata, facendo attenzione a non farla bollire; unisci la gelatina ben strizzata e prosegui la cottura per qualche istante in modo che si sciolga bene. Fate raffreddare la crema mescolandola e, prima che si addensi, incorpora delicatamente la panna che avrai montato. Versate la crema in 6-8 stampini da budino. Metteteli in frigo per almeno 4 ore. Poco prima di servire, immergete per qualche istante in acqua bollente gli stampini, quindi capovolgi ognuno su un piattino. Sformate le bavaresi e decoratele con del ribes e del mirto.


Published by:

Vitello in gelatina

Vitello in gelatina
Occorrente per 8 persone
Kg ,800 circa di noce di vitello,
gr di prosciutto cotto tagliato in una sola fetta,
un piedino di vitello tagliato a metà per il lungo,
un cucchiaio d’olio,
3 carote,
3 cipolle,
un mazzetto di erbette profumate,
bicchiere di bianco secco,
sale, pepe,
2 chiodi di garofano,
un bicchiere d’acqua.
Per accompagnare pomodori ripieni di insalata russa e verdure lesse.



Esecuzione
Fate tagliare il prosciutto in una sola fetta dello spessore di circa un centimetro, togliete il grasso e ritagliatelo a liste. Con l’apposito lardellatoio praticate dei fori nella carne (nel senso della lunghezza) e introducete le liste di prosciutto Legate la carne con diversi giri di spago. Passate il piedino sulla fiamma, raschiatene la pelle, lavatelo, tagliatelo a pezzi e scottatelo per 10 minuti nell’acqua in ebollizione. Mettete la carne sul fuoco in una casseruola con l’olio, e fatela rosolare da ogni lato, quindi irroratela di vino e, quando questo sarà in parte evaporato, unite le carote tagliate a fette spesse, le cipolle intere (in una delle quali avrete infilato i chiodi di garofano), il mazzetto profumato e il piedino di vitello. Versateci l’acqua, condite con sale e pepe, coprite, e cuocete a calore moderato, su di un fornello sormontato da una reticella, per circa un’ora e mezzo, rivoltando la carne soltanto a metà cottura: è pronta quando, bucandola nel centro, risulterà tenera. Lasciatela intiepidire e poi toglietela dal tegame. Passate il fondo di cottura da un colino in una ciotola e. quando sarà freddo, sgrassatelo (sarà diventato gelatina). Slegate la carne, tagliatela a fettine che disporrete nel piatto da portata, quindi spennellatele con la gelatina leggermente liquefatta. Guarnite il piatto con i pomodori, le verdure e la gelatina rimasta, tagliata a dadi.

Published by: