EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: peperoncino

Alici piccanti

Il pesce azzurro è rinomato per le sue proprietà salutari perché apporta buone quantità di grassi buoni. Il pesce azzurro ha un costo contenuto, si presta a molte ricette ed è quasi ovunque a km 0 perché viene pescato lungo le nostre coste. Le alici hanno un  sapore delicato che si può esaltare con il peperoncino.

Continue reading

Published by:
Approfondimenti

Dalle piante aromatiche ai peperoncini: le novità da portare sulla tavola. Per una cucina sana e appetitosa

buon appetito_bPromuovere una cucina sana, secondo la tradizione mediterranea, attraverso la conoscenza delle caratteristiche e delle proprietà degli aromi da portare sulle nostre tavole.

E’ questa la filosofia dell’Azienda Agricola Di Meo Remo che, grazie alla sua esperienza nella produzione di piante aromatiche e da orto, da 15 anni mette a disposizione degli amanti del verde e di coloro che sono alla ricerca di alimenti genuini e salutari le conoscenze pratiche e reali su come coltivarle. Con semplicità e con passione, anche sul balcone di casa.

«Senza le erbe aromatiche, l’alimentazione mediterranea non sarebbe la stessa. Perderebbe i profumi e i sapori che stimolano l’appetito e arrotondano il piacere del palato», spiega Remo Di Meo, titolare dell’azienda situata nella campagna laziale, a sud di Roma, a pochi chilometri dal mare.«Le aromatiche, non solo sono buone ma sono pure preziose per la salute: insaporiscono a costo calorico zero e il loro impiego consente di alleggerire la quantità di sale e di condimenti grassi. E sono facili da coltivare in vaso, anche sul balcone», prosegue. «Per quanto riguarda il peperoncino, pianta piccante per eccellenza, in Italia non esiste quasi regione che si affacci sul mare che non lo veda protagonista di mille e una ricetta.

Ma la nuova tendenza sull’impiego del peperoncino si espande oltre la cucina e arriva in giardino. Già, perché proprio queste bacche, allegre e durevoli, sono quanto di meglio e di originale si possa coltivare nelle aiuole o in vaso per creare grandi macchie di colore, fino all’autunno inoltrato».

Ecco dunque la prima novità: “Buon appetito aromi”, una gioia per l’olfatto e per il gusto

Per avere sempre a disposizione un assortimento di piantine diverse per profumo e sapore, l’Azienda Agricola Di Meo Remo ha pensato a “Buon appetito aromi”,un pratico cestino (di un vivace colore rosso all’esterno e bianco all’interno) che contiene sei vasetti con altrettante piantine aromatiche: timo, origano, salvia, rosmarino, menta, mentuccia (possono essere diverse secondo la stagione), certificate. Buon appetito aromi” si può tenere sul balcone e può stare anche in uno spazio piccolissimo: sul davanzale della finestra o in cucina.

Vista la praticità del contenitore, che non sgocciola e può essere agevolmente trasferito, “Buon appetito aromi” si trasforma in un centrotavola profumatissimo per tutti i giorni. E, per i momenti speciali, diventa un’occasione per condividere con gli amici e i parenti la gioia di raccogliere e di gustare l’aroma preferito, sminuzzando i rametti e le foglioline con le mani direttamente nel piatto, valorizzandone così il sapore. Un’idea originale per arricchire le cene estive in compagnia; un modo divertente per conoscere e apprezzare le qualità e i profumi delle singole erbe, assaporandole freschissime nel piatto. A tutto vantaggio delle piante che cresceranno più rigogliose.

“Buon appetito aromi” può essere acquistato sull’e-shop dell’Azienda Agricola Di Meo Remo http://eshop.dimeoremo.it/index.php

La seconda novità: “Chili Pepper Collection”, una festa per gli occhi e per il palato

Per chi ama i sapori fortiquesta è la stagione migliore per mettere in coltivazione i peperoncini, facili da far crescere sul balcone, pronti da raccogliere con le proprie mani da agosto a ottobre, man mano che raggiungono il punto giusto di maturazione. L’Azienda Agricola Di Meo Remo propone al pubblico 24 diverse varietà di peperoncino: la Chili Pepper Collection in grado di soddisfare ogni palato.

Sistemate le piante in posizione soleggiata, la vegetazione crescerà e sbocceranno i fiorellini bianchi da ognuno dei quali, da metà estate, si svilupperanno i frutti, dapprima piccoli e verdi e poi sempre più grandi e colorati (rossi, gialli, arancione, violetto), ognuno di forma diversa secondo la varietà: conica, a ciliegina, affusolata, a lanterna.

E’ possibile scegliere tra numerose varietà di peperoncini da coltivare, così da poter creare una piccola e colorata collezione sul balcone, con frutti di diverso grado di piccantezzaSullo store online dell’azienda si possono acquistare ad esempio piantine del mitico Naga Morich, ultrapiccante, di Japaleño, il cosiddetto “peperoncino grasso” che è il più consumato negli USA, di Acapulco Purple con frutti conici e, ancora, di Trinidad Moruga Scorpion Red, il cui frutto rosso grande come una pallina da golf è stato giudicato il più piccante del pianeta da un comitato di esperti del Chile Pepper Institute della New Mexico State University, con il punteggio record di 1.4 milioni di Scoville.

Le Scoville sono infatti l’unità di misura per differenziare i gradi di piccantezza, determinata dalla diversa quantità di capsaicina concentrata nei semi e nei filamenti dei peperoncini. La capsaicina è anche responsabile delle proprietà benefiche che favoriscono la digestione, hanno un effetto antiossidante e trovano un utile impiego nella cura delle malattie da raffreddamento e come disinfettante intestinale.

Le piantine di peperoncino possono essere acquistate sull’e-shop dell’Azienda Agricola Di Meo Remo http://eshop.dimeoremo.it/index.php

Come detto, le erbe aromatiche e i peperoncini possono essere coltivati in vaso sul balcone. Una valida alternativa ai singoli vasetti è il Vascone di coltivazione Hobby Orto,nel quale è possibile far crescere insieme da sei fino a dodici piante: un vero e proprio orto fuori suolo, anche per chi non possiede un giardino. Dotato di un serbatoio che eroga acqua secondo il fabbisogno, e che permette di idratare le radici dal basso verso l’alto proprio come avviene in natura, il Vascone Hobby Orto garantisce autonomia idrica per una settimana, circa: un vantaggio non indifferente per chi lavora e non ha molto tempo da dedicare alle cure dell’orto o torna a casa tardi la sera.

Il Vascone Hobby orto può essere acquistato online: http://eshop.dimeoremo.it/index.php

Sapori aromatici in cucina

Pennette menta e parmigiano

Ingredienti per 4 persone. Tempo di preparazione 15 minuti

Far rosolare uno spicchio d’aglio in 3 cl di olio extravergine di oliva; appena imbiondito togliere la padella dal fuoco e aggiungere 20 foglie di menta fresca tritata fine. A parte, in un’altra padella bassa, far tostare 4 cucchiai di pane grattugiato in fino ad imbiondimento. Cuocere 350 g di pennette, scolarle al dente e versarle nella padella con l’olio insaporito con aglio e menta; aggiustare di sale e pepe q.b. Cospargere con il pane grattugiato tostato e 50 grammi di parmigiano grattugiato. Rimescolare e servire ben caldo.

Tante altre ricette gustose, al link http://www.dimeoremo.it/buon_appetito.php, cliccando sull’immagine di ogni piantina aromatica.

Per informazioni:

Azienda Ortoflorovivaistica Di Meo Remo

www.dimeoremo.it

Email: info@dimeoremo.it

Published by:

Cena di san Valentino: Il risotto degli innamorati

download (58)

Il risotto degli innamorati , non dovrebbe mancare sulla tavola della vostra cena romantica di San Valentino, la festa degli innamorati. La ricetta del risotto degli innamorati è molto semplice ed i suoi ingredienti, combinati sapientemente tra loro, danno vita ad un piatto davvero particolare, sfizioso e senza dubbio gustoso. Gli scampi poi sono afrodisiaci ed è tutto dire.

200 g di riso 
una cipolla piccola
due tazze di brodo di pesce
un bicchiere di vino bianco secco
un bicchiere di brandy
un cucchiaio di prezzemolo tritato
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
una noce di burro
peperoncino rosso


Rosolare la cipolla in poco olio. Unire il riso, farlo imbiondire e spruzzarlo con il vino. Appena il vino evapora, unire il brodo caldo.
Rosolare gli scampi in una padella in poco olio, spruzzarli con il brandy, mettere un pizzico di peperoncino e farli cuocere per qualche minuto a fuoco basso.
Intanto il riso sarà a metà cottura unire quindi gli scampi.
Quando il riso è al dente, mantecare con il burro e cospargerlo di prezzemolo.
Servire ben caldo.

Published by:

Zuppa di gamberi e peperoni

Un secondo di terra e mare, semplice da realizzare e da gustare freddo. Lo potete preparare anche la sera precedente. Utilizzate gamberetti già pronti se volete essere più veloci.

Zuppa di gamberi e peperoni

Ingredienti

4 Peperoni
2 cipolle tritate
4 cucchiai di olio d’oliva
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
un pizzico di peperoncino in polvere
200 g di gamberi cotti
un mazzetto di prezzemolo
sale e pepe


Tagliate i peperoni in piccoli pezzi. In una padella antiaderente scaldate l’olio e fatevi rosolare la cipolla tritata per qualche minuto a fuoco moderato. Aggiungete quindi i peperoni, il concentrato di pomodoro, il peperoncino, una tazza di acqua e salate.
Mescolate per bene, portate ad ebollizione e lasciate cuocere per 30′ a fuoco moderato.
Lasciate raffreddare e mettete in frigorifero per un paio d’ore.
Al momento di servire, disponete la zuppa di peperoni in 4 ciotole individuali, aggiungete i gamberi.
Spruzzate con il prezzzemolo e servite.


Published by:

Anelli di calamari e peperoni

Un secondo di pesce veramente speciale ed estivo. Uniamo in questa preparazione i sapori della terra e del mare.

Anelli di calamari e peperoni

Ingredienti
Calamari di medie dimensioni g 450
un peperone rosso di media grandezza
un peperone giallo di media grandezza
una cipolla
un ciuffetto di prezzemolo
olio extravergine d’oliva
peperoncino fresco
sale


Pulite per bene i calamari. Eliminare le interiora e l’osso centrale, eliminate la bocca e gli occhi. Staccate i tentacoli e conservate a parte.
Sciacquate abbondantemente con acqua fredda. Scolate bene ed infine tagliate ad anelli il corpo dei calamari.
Sbucciate la cipolla e tritatela grossolanamente.
Lavate il peperoncino, dividetelo a meta ed eliminate i semi interni. Tagliatelo a listarelle.
Versate due cucchiai d’olio in una padella ampia e fate appassire la cipolla per qualche istante insieme al peperoncino tritato. Aggiungete 2 o 3 cucchiai di acqua, tanta quanta ne basta per ricoprire il fondo della padella e lasciate cuocere la cipolla a fuoco lento.
Nel frattempo tagliate in due i peperoni, eliminate i semi, i filamenti interni ed il piccioli. Quindi lavateli e scolateli, inrine tagliateli a striscioline.
Mettete a cuocere insieme alle cipolle gli anelli di calamari, alzare la fiamma e mescolate continuamente il contenuto della padella. Dopo qualche istante aggiungete anche i peperoni, aggiustate di sale, e lasciate cuocere il tutto a fuoco basso nella propria acqua di cottura. Quando i calamari saranno cotti e i peperoni ancora carnosi, alzate il fuoco per asciugare il fondo di cottura, quindi togliete la padella dal fuoco.
A parte ponete sul fuoco una padella antiaderente e scaldatela bene a fuoco vivo. Arrostitevi i tentacoli tenuti da parte da tutti i lati.
Servite gli anelli di calamari direttamente nei piatti con una lieve spolverata di prezzemolo e guarnite con i tentacoli arrostiti e un ranieno di prezzemolo.


Published by:

Come fare l’harissa Piccante salsa a base di peperoncino

peperoncino

Tempo dei rossi  peperoncini piccanti.  Vi proponiamo la ricetta per ottenere una piccante salsa, l’harissa , a base di peperoncino rosso fresco, aglio, menta e olio d’oliva.
La harissa può essere usata sia come condimento, sia come ingrediente sia come antipasto, costituito da harissa, olio d’oliva, e olive nere spezzettate. Lo si gusta su pezzi di pane di vario genere. Unico accorgimento nella preparazione è quello di lavorare i peperoncini indossando un paio di guanti da cucina.

Come fare l’harissa Piccante salsa a base di peperoncino

Ingredienti :
1 kg di peperoncini rossi freschi
8 spicchi d’aglio
20 foglie di basilico
1 ciuffo di menta
250 cc di olio d’oliva
10 cc di aceto aromatico
3 cucchiaino di sale.


Lavate sotto l’acqua corrente fredda i peperoncini, asciugarli con cura. Privarli del picciolo e dividerli a metà nel senso della lunghezza.
Eliminare i semi. Trasferite nel mixer i peperoncini, gli spicchi d’aglio, le foglioline di menta e basilico ed il sale.
Frullare aggiungendo a filo l’olio fino ad ottenere un composto denso ed omogeneo.
Preparate un canovaccio, dove verserete la salsa. Chiudete con uno spago e riponete nel lavello in modo che essa scoli. Lasciate così tutta la notte.
L’indomani mettete la salsa nei vasetti e coprirla con un sottile strato d’olio, cosa da fare ogni qualvolta la si usa. Se volete garantirvi una più lunga conservazione, fate bollire i vasetti a bagnomaria per 15 minuti. Riponete in luogo buio e asciutto.
Dopo l’uso ricordarsi di coprirla con olio.

Published by:

Cucina economica: crema piccante di melanzane

Questo è un antipasto freddo a base di melanzane da servire con pane tostato o tartine. Buono anche da splamare sul radicchio.

Crema piccante di melanzane
Ingredienti:
2 melanzane nere
sale
1 peperoncino piccante
olio extra vergine d’oliva
1 cipolla piccola



Laviamo le melanzane, tagliamole a metà e sbollentiamole per circa 15 minuti. Scoliamole, eliminiamo la buccia e passiamole al passaverdura. Mettiamo poco olio in una padella, uniamo la cipolla tritata e facciamola rosolare. Uniamo la purea di melanzane, saliamo e facciamo asciugare per qualche minuto. Versiamo in una ciotola di vetro, facciamo freddare ed uniamo il peperoncino. Miscchiamo, copriamo e conserviamo in firogrifero fino al momento di servire.


Published by:

Per il giorno di san Giovanni un piatto molisano Lumache di san Giovanni

Le lumache, amate soprattutto dai romani, che le allevavano  con farina di farro e mosto cotto, cucinate in vario modo, compaiono sulla nostra tavola, in particolare il giorno di San Giovanni, quasi ad esorcizzare il male  con cui la tradizione popolare, per via delle corna, le identifica. Vi proponiamo una ricetta del nostro Molise.

Lumache di san Giovanni

Ingredienti
Un kg di lumache
crusca per spurgare
olio di oliva extravergine
una cipolla
un mazzetto guarnito (prezzemolo, mentuccia, maggiorana, origano)
un bicchiere di vino bianco
5 dl di salsa di pomodoro
q. b. di sale
un peperoncino piccante


Far spurgare le lumache per alcuni giorni nella crusca, cambiandola ogni giorno. Lavarle accuratamente e lessare in abbondante acqua bollente.
Scolare le lumache e toglierle dai gusci. Lavarle in acqua e aceto. Metterle in uno scolapasta a sgocciolare.
Possibilmente in una pentola di coccio, fate soffriggere con l’olio un abbondante trito di cipolla ed odori.
Unite le lumache e fatele rosolare a fuoco vivace, quindi, spruzzatele col vino e, quando sarà evaporato, aggiungete la salsa di pomodoro ed il peperoncino.
Salate e lasciate cuocere, a recipiente coperto ed a fuoco lento per circa 40 minuti.
Portate in tavola le lumache nel recipiente di cottura e gustatele, tirandole ad una ad una fuori dal guscio con uno stuzzicadenti, accompagnate da fette di pane casereccio.


Published by: