EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: sant’antonio

Gli uccellini dolci di Sant’Antonio abate

sant'Antonio abateSono dolci tipi dell’Abruzzo che vengono preparati per la festa di Sant’Antonio abate.  Il 17 Gennaio si accendono grandi falò, si cucinano cibi speciali e si festeggia questo anacoreta, protettore degli animali.

 

Ingredienti:

200 grammi di farina
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci
150 grammi di zucchero
vino bianco
1 limone biologico
100 grammi di burro
farcia:
150 grammi di mandorle sgusciate
200 grammi di marmellata di uva o altra
grappa o liquore a piacere
200 grammi di cioccolato

In una ciotola mettiamo la farina; uniamo le uova, il burro a pezzi e lo zucchero. Aggiungiamo un bicchierino di vino, la buccia del limone e il lievito. Impastiamo bene, formiamo una palla e facciamo riposare in frigorifero per 30 minuti. Preprariamo la farcia: tritiamo le mandorle e il cioccolato; lavoriamo la marmellata con poca grappa ed uniamo il cioccolato, la cannella e le mandorle. Stendiamo la sfoglia, con un cucchiaino sistemiamo poca farcia in posizione centrale; ritagliamo e pieghiamo in modo da formare una sorta di uccellino. Con la rotella sagomiamo le ali e la coda; sistemiamo gli uccellini in una teglia imburrata; cuociaomo per 15 minuti a 180 gradi. Facciamo freddare e serviamo.

Published by:
di carne

Salsicce arrosto di Sant’Antonio

Prepariamo per il 17 Gennaio, giorno di Sant’Antonio un velocissimo secondo di salsicce arrosto, accompagnatele con una simpatica insalata di carciofi crudi, spruzzati con limone e olio, sarà un secondo piatto gustoso e fuori dal comune.

Salsicce arrosto di Sant’Antonio

Ingredienti:
6 salsicce grandi
sale

Le salsicce possono essere preparate su una griglia oppure al forno o al caminetto; l’importante è che siano ben cotte e che vengano servite molto calde, dopo esser state salate.


Published by:

Zuppa piemontese di Sant’Antonio

Il 17 Gennaio è la festa di Sant’Antonio santo protettore del fuoco e degli animali, ma anche girono che dà, in un certo senso avvio al Carnevale in cucina. E sì, per festeggiare Sant’Antonio, quasi ovunque, si preparano zuppe con le cotiche, salsicce arrosto, cotechini e dolci squisiti. Vi proponiamo un squisita zuppa che ci viene dall’arte culinaria del Piemonte.

Zuppa piemontese di Sant’Antonio

Ingredienti:
300 grammi di pasta corta varia
1 verza
200 grammi di cotiche
100 grammi di pancetta a cubetti
100 grammi di lardo
1 zampa di maiale
prezzemolo
1 cipolla


Mettiamo a bollire la zampa di maiale, la cipolla divisa a metà e il prezzemolo per circa 2 ore a fuoco basso; sgrassiamo il brodo, saliamolo e a fine cottura mettiamo da parte la zampa.

Mondiamo e laviamo la verza; mettiamo lo strutto in una pentola e uniamo la verza tagliata a striscioline e la pancetta; facciamo rosolare poi uniamo il brodo sgrassato e facciamo prendere il bollore. Uniamo la pasta mescoliamo ed aggiungiamo anche la zampa precedentemente cotta. Portiamo a cottura e serviamo caldo.


Published by:

Frittelle salate di Sant’Antonio abate

Sono frittelle preparate per il 17 Gennaio, giorno di Sant’Antonio. Sono particolari perchè condite con zucchero,
Ingredienti:
1 cavolfiore fresco
sale
200 grammi di farina
olio per fritture

Mondiamo, laviamo ed asciughiamo il cavolfiore; sbollentiamolo in poca acqua bollente. In una ciotola versiamo la farina, il pizzico di sale e poco latte; aggiungiamo il cavolfiore a cimette e appena l’olio è caldo mettiamo a friggere cucchiaiate di composto. Scoliamole e condiamole con poco zucchero. Serviamo subito.

Published by: