EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tag Archives: vino bianco

Primo piatto vegetariano Risotto economico agli asparagi

Il riso è un ottimo elemento per la nostra cucina e la nostra dieta. Proviamo questo abbinamento di riso con asparagi, avremo un primo piatto delicato e sostanzioso.

Risotto economico agli asparagi

Ingredienti
600 g di asparagi verdi
300 g di asparagi bianchi
300 g di riso
200 ml di vino bianco secco
1 litro di brodo vegetale
80 gdi burro
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
100 g di scalogno, a dadini
80 g di parmigiano grattugiato
sale, pepe macinato fresco



Pulite gli asparagi e tagliate via le estremità. In una casseruola con 30 g di burro e un po’ di brodo vegetale, fate cuocere gli asparagi bianchi,per circa 10-15 minuti. Separatamente fate cuocere, con lo stesso sistema, anche gli asparagi verdi. Scolateli e metteteli da parte.
Scaldate l’olio in una pentola e fatevi appassire lo scalogno.
Aggiungete il riso e fatelo rosolare per circa 2 minuti, poi versate 200 ml di brodo e 50 ml di vino bianco. Fate cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti, mescolando spesso.
Aggiungete, man mano, il restante brodo e vino.
Tagliate gli asparagi a pezzi e fateli saltare brevemente nel restante burro.
Quando mancano 5 minuti alla fine della cottura del risotto, aggiungete il parmigiano, mescolate poi aggiungete gli asparagi. Aromatizzate con sale e pepe, guarnite a piacere con erbe e servite.


Published by:

Involtini di vitella alla lattuga

Una maniera diversa per unire la carne alla verdura, avrete secondo e contorno in una sola mossa. Provate.

Involtini di vitella alla lattuga

Ingredienti per 4 persone

Scaloppine di vitello: g 600
Un cespo di lattuga romana
Mozzarella: g 250
Pomodori: g 400
Un bicchiere di vino bianco
Timo
Scalogno: g 40
Uno spicchio di aglio
Farina: g 50
Olio extravergine di oliva
Sale e pepe


Lavate la lattuga, sfogliatela, tagliatela a strisce, rosolatela in una padella con l’olio, unite lo scalogno tritato, salate, pepate e cuocete per 5 minuti.
Appiattite le scaloppine di vitello con un batticarne, adagiate la lattuga e un pezzetto di mozzarella e chiudetele a involtino con uno stuzzicadenti.
Infarinate gli involtini, rosolateli in una padella con l’olio su tutti i lati, salate.
Bagnate con il vino bianco, lasciate evaporare, versate un mestolo di
acqua calda e continuate la cottura per 10 minuti.
Lavate i pomodori, sbollentateli in acqua per10 secondi, sgocciolateli, lasciateli intiepidire, eliminate la pelle, i semi e l’acqua di vegetazione e tagliate la polpa a pozzetti.
In una padella con l’olio soffriggete l’aglio, unite la polpa dei pomodori, rosolate per 5 minuti, salate, pepate e aromatizzate con il timo sfogliato.
Disponete la polpa dei pomodori nel piatto da portata, adagiate gli involtini e irrorateli con un filo di olio.


Published by:

Anguilla in umido

 

Un secondo molto saporito da preparare per la settimana che precede la Pasqua.
Ingredienti:
1 chilo di anguille
sale
30 grammi di burro
200 grammi di passata di pomodoro
2 spicchi di aglio
vino bianco
1 cipolla
1 carota
menta fresca

Puliamo le anguille, sventriamol, laviamole e priviamole del muco; tagliamole a tocchetti. Rosoliamo la cipolla e l’aglio nel burro, uniamo le anguille e lasciamo cuocere 5 minuti a fuoco vivace. Bagniamo col vino, facciamolo evaporare ed uniamo la passata. Abbassiamo la fiamma, mettiamo il coperchio e cuociamo per 20 minuti. Quando le anguille sono pronte, togliamole dalla pentola e mettiamole al caldo; passiamo la salsa al setaccio, rimettiamo sul fuoco e versiamola bollente sulle anguille. Serviamo subito con le foglie di menta.
 

Published by:

Cosciotto d’agnello pasquale con erbe aromatiche

Il pranzo di Pasqua non è tale se in tavola manca il cosciotto di agnello. Vi proponiamo il più classico piatto di carne pasquale, saporito dall’aroma di primavera.

Cosciotto d’agnello pasquale con erbe aromatiche

Ingredienti per 6 persone
Cosciotto d’agnello, pronto per la cottura,
Pancetta in un solo pezzo 50 g
Olio d’oliva 4 cucchiai
Olio d’oliva per la teglia 3 cucchiai
Burro 2 cucchiai 4-Brandy 1/2 bicchiere
Vino bianco 1/2 bicchiere
Brodo di carne, di dado, i bicchiere
Senape un cucchiaio
Rosmarino, salvia, timo e maggiorana
Aglio 1 spicchio
Pangrattato 50 g
Grana Padano grattugiato 2 cucchiai
Pepe macinato 1 cucchiaino
Sale fino i cucchiaino


Sbucciate l’aglio e tritatelo nel con un pizzico di sale e uno di
pepe. Versate il trito su un piatto piano.
Tagliate la pancetta a striscioline larghe 4-5 mm.
Dividete le striscioline di pancetta in tacchetti lunghi circa2 cm.
Premeteli sul trito preparato,in modo che se ne ricoprano bene.
Allargateli sul piatto e teneteli in freezer 10 minuti,per farli un po’indurire.
In una ciotolina versate 4 cucchiai di olio di oliva, sale e pepe,
mescolando bene con una forchetta.
Spennellate il condimento su tutto il cosciotto, compreso l’osso. Formate con la punta del coltello del tagli profondi in diverse
parti della polpa.
Infilate in ogni taglio un tacchetto di pancetta indurita. Bagnate un pezzo di carta da forno con acqua fredda e strizzatelo molto bene con le mani. Allargatelo sulla placca e spennellatelo con 3 cucchiai di olio.
Trasferite il cosciotto sulla placca e riscaldate il forno a 180°.
Introducete la placca nel forno e aspettate che la carne abbia
preso un leggero colore. Togliete dal forno e bagnate il cosciotto con il brandy, da tutte le parti. Proseguite la cottura 20 minuti e
bagnate la carne, ma con il vino.
Raccogliete il fondo di cottura che si è formato sulla carta con un cucchiaio e versatelo sulla carne.
Rimettete in forno sinchè inizia ad essere ben dorata. Se il fondo si asciuga bagnate con altro vino. Trasferite il cosciotto su un piatto. Filtrate il fondo di cottura con un colino,allungando con il brodo caldo. Raccoglietene mezzo mestolo e versatelo nella ciotola. Diluitevi la senape e spennellate il cosciotto su ogni parte.
Appoggiate di nuovo il cosciotto sulla placca.
Se fa carta si è rotta, foderatela con un pezzo nuovo, spennellato con fondo di cottura.
Portate a 230° la temperatura del forno. Lavate le foglie da metà aromi,asciugatele con carta da cucina.
Lavate le foglie di metà aromi,asciugatele con carta da cucina.Tritatele  con pangrattato e grana. Distribuite il trito sulla parte superiore della carne, facendolo aderire con le dita.
Infornate di nuovo e aspettate che la crosta diventi croccante.
Fate riposare 10 minuti la carne, coprendola con carta di alluminio.
Portate a bollore il fondo di cottura rimasto. Aggiungete
il burro freddo, a fiocchetti, mescolando con il cucchiaio di legno,
finché si è formata una salsina fluida.
Togliete la carta e trasferite la carne su un piatto da portata.
Salate e pepate la salsa e versatela sul piatto intorno al cosciotto. Tagliate alcune fette di carne, oblique, dalla parte opposta all’osso.
Adagiatele sul piatto e completate con ciuffi di aromi.


Published by:

Cocktail giallo mimosa

Un simpaticissimo cacktail, provatelo, mi raccomando, il suo profumo e il suo colore vi stupirà!

Cocktail giallo mimosa

Ingredienti
8 fettine di ananas
3 cucchiai di zucchero
vino bianco
una bottiglia di spumante

Mettete a macerare 8 fettine di ananas in 3 cucchiai di zucchero e ricoprite con un buon vino bianco.
Coprite e riponete in frigo per circa un’ora.
Prima di servire togliete l’ananas, mettetela nel miker e mescolate questo composto con dello spumante, la marinata ed i cubetti di ghiaccio. Girate bene e servite…non dimenticate i gialli rametti di mimosa!


Published by:

Sardine al finocchio

Ecco un secondo piatto di sano ed economico pesce azzurro utile a contrastare il livello di colesterolo nel sangue. Le sardine si possono sostituire con le alici.

Ingredienti:

500 grammi di sardine
1 cucchiaio di semi di finocchio
2 spicchi di aglio
1 peperoncino piccante
sale
vino bianco
olio extra vergine d’oliva

Evisceriamo le sardine, priviamole della testa e laviamole.
Scaldiamo poco olio in una padella, uniamo l’aglio e il peperoncino a rondelle; dopo pochi minuti uniamo le sardine e saliamo.
Cuociamo col coperchio per circa 5 minuti, bagniamo col vino e spargiamo il finocchio. Portiamo a cottura e serviamo calde.

Published by:

Carciofi alla romana

Carciofi alla romana

Ingredienti per 4 persone
8 carciofi,
un limone,
un ciuffo di prezzemolo,
4 foglie di mentuccia,
1 spicchio d’aglio,
4 cucchiai d’0lio di oliva,
4 cucchiai di vino bianco
1 bicchiere di acqua calda
sale e pepe

Mondate 8 carciofi: eliminate le foglie più dure, mantenete però una parte dei loro gambi, e lasciateli un buon 10 minuti a bagno in acqua e limone. Preparate poi un trito con 1 ciuffo di prezzemolo, 4 foglie di mentuccia e 1 spicchio d’aglio.
Aprite leggermente le foglie dei carciofi, farciteli internamente
con il trito aromatico, e quindi disponeteli a testa in giù, in una casseruole insieme con 4 cucchiai d’olio, 4 cucchiai di vino bianco e 1 bicchiere d’acqua calda.
Aggiustate a vostro piacere di sale e pepe, coprite, e fate cuocere per 50 minuti circa.
Servite ben caldi con contorno di patate arrosto.


Published by:

Spaghetti con sugo di rana pescatrice

Un primo piatto di spaghetti conditi con un succulento sugo di rana pescatrice. Un pesce dal sapore dolce e delicato e privo di lische adatto per il periodo di magro.

Spaghetti con sugo di rana pescatrice

Ingredienti per 4 persone
Spaghetti: g 350
Rana pescatrice:g 250
Pomodorini: g 300
Cipolla: g 50
Vino bianco
Uno spicchio di aglio
Prezzemolo
Olio extravergine di oliva
Sale

Pelate e tritate la cipolla. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà. Riducete la rana pescatrice a bocconcini. In una padella con l’olio
soffriggete la cipolla e l’aglio, disponete i bocconcini di rana pe
scatrice, rosolate a fuoco moderato, aggiungete i pomodorini, bagnate con il vino bianco, lasciate evaporare, salate e continuate la cottura per 18 minuti. Cuccete gli spaghetti in acqua salata,scolateli al dente, trasferiteli nella padella con il pesce e i pomodorini, saltateli per qualche minuto sul fuoco,insaporite con il prezzemolo tritato e disponeteli nel piatto da portata.

Published by:

Spigola con patate e carciofi

Vi propongo un piatto di magroSpigola con patate e carciofi.
Il branzino al nord o la spigola al sud sono lo stesso pesce, come quasi tutti sanno! Se la comprate di allevamento possiede carni più delicate. Unita ai carciofi, che in questo periodo sono a basso costo, otterrete un piatto sano, di stagione, veloce da portare in tavola.

Spigola con patate e carciofi

Ingredienti:
1 spigola media
3 carciofi spinosi
3 patate
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1 limone
Vino bianco
Un ciuffo di prezzemolo
Sale

Prepariamo la spigola squamandola e sventrandola. Misceliamo in una bacinella il succo del limone con un po’ d’acqua per  metterci a bagno i carciofi puliti.
Eliminiamo dai carciofi le foglie più coriacee, priviamoli della barbetta interna e sbucciamo i gambi.
Tagliamoli a metà e mettiamoli a bagno nell’acqua acidulata per circa 20 minuti.
Sbucciamo le patate e la cipolla e facciamo delle rondelle sottili. Scoliamo i carciofi e affettiamoli in spicchi, tagliando i gambi a tocchetti.
In una pentola antiaderente mettiamo a stufare la cipolla con qualche cucchiaio di acqua, rimestiamo ed uniamo le patate e i carciofi. Saliamo, aggiungiamo il trito d’aglio e un altro po’ di acqua tiepida. Facciamo cucinare qualche minuto,  aggiungiamo la spigola infarinata e sfumiamo col vino bianco.
Affettiamo sottilmente il prezzemolo che aggiungeremo fuori dal fuoco. Cuociamo a fiamma moderata circa 30 minuti e serviamo la spigola adagiata sulle patate e carciofi spolverati di prezzemolo.

Published by:

Arancini di riso al pomodoro e acciughe

Arancini di riso al pomodoro e acciugheArancini di riso al pomodoro e acciughe

Ingredienti
Riso: g 280
Polpa di pomodero: g 200
Acciughe sottosale: g 80
Mozzarella: g 300
Parmigiano grattugiato: g 80
Mezza cipolla
Un bicchiere di vino bianco
Brodo di carne:: un decilitro
Burro: g 40 • 2 uova
Pangrattato: g 100
Farina: g 100
Olio di semi Sale

Appassite la cipolla tritata con il burro ammorbidito, unite il riso, tostatelo, bagnate con il vino bianco, lasciate evaporare, coprite con il brodo di carne bollente, salate e cuocete per 18 minuti. Togliete la casseruola dal fuoco, amalgamate il riso con il parmigiano grattugiato, disponetelo su un vassoio e lasciate intiepidire. Sgusciate le uova in una ciotola e sbattetele con una forchetta. Sciacquate le acciughe e tagliatele a pezzetti.

Riducete la mozzarella a tocchetti. Confezionate gli arancini di riso grandi come un’albicocca, apriteli, farciteli con la polpa di pomodoro e un pezzetti di acciuga e di mozzarella e richiudeteli. Passate gli arancini nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato, friggeteli in una padella con l’olio di semi caldo, toglieteli dal fuoco, sgocciolateli e asciugateli sulla carta assorbente, prima di servire.


Published by: