EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Daily Archives: Marzo 13, 2012

Zeppole di San Giuseppe al forno

Per il 19 marzo festa del papà vi suggeriamo la versione delle Zeppole di san Giuseppe al forno. Questi dolci, tipici della tradizione napoletana, solitamente fritti, possono essere anche preparate  al forno così le renderemo certamente più leggere.

Zeppole di San Giuseppe al forno
Ingredienti:

250ml di acqua
150gr di farina
½ bicchiere di olio d’oliva
1 limone scorza grattugiata
40gr di zucchero
un pizzico di sale

Per la crema pasticcera:
50 cl. di latte
2 uova
100 gr. di zucchero
80 gr. di farina
1 limone

Per la guarnizione
Amarene o ciliegie sciroppate
Zucchero a velo


Versiamo in una pentola l’acqua con il burro e il pizzico di sale, accendiamo il fuoco a fiamma media, quando l’acqua comincerà quasi a bollire,versiamoci la farina setacciata e mescoliamo energicamente per 10 minuti con la frusta fino a quando il composto non si staccherà dai bordi della pentola.
Spegniamo il fuoco e aggiungiamo uno alla volta le 6 uova,girando con forza finchè si sarà amalgamato tutto il composto. Lasciamo riposare per 20-25 minuti.
Intanto prepariamo la crema pasticcera.
Lavoriamo in un recipiente lo zucchero con i tuorli di 2 uova fino a ottenere un composto bianco e spumoso.
Aggiungiamo la farina setacciandola con un colino, il latte e due pezzetti di buccia di limone.
Poniamo il recipiente sul fuoco a fiamma media e addensiamo la crema senza far bollire, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Togliamo le bucce di limone e lasciamo raffreddare.
Preriscaldiamo il forno a 200°.Versiamo un po’ dell’impasto in una tasca da pasticcere e spremiamo su una teglia ben oliata formando due giri, uno sopra l’altro. Lasciamo una distanza di almeno 2-3cm tra una zeppola e l’altra. Ora inforniamo le zeppole e lasciamo cuocere per almeno 30 minuti, finché non saranno belle dorate.
Una volta cotte sforniamo le zeppole e le lasciamo raffreddare.
Quando le zeppole si saranno raffreddate, cospargiamole di zucchero a velo, poniamo nel mezzo poca crema e mezzo cucchiaino di confettura di amarene o di amarene sciroppate.


Published by:

Frittelle di riso di San Giuseppe

Queste frittelle dolci sono preparate per la festa di San Giuseppe, il 19 Marzo. Sono tipiche del Nord e del Centro Italia e ogni famiglia ha il suo ingrediente segreto!

 

300 grammi di riso da minestre
1 litro di latte intero
3 cucchiai di zucchero
1 bustina di lievito per dolci
1 limone biologico
100 grammi di farina
2 uova
1 pizzico di sale
Olio per friggere
Zucchero a velo



Scaldiamo il latte con la scorza di limone, uniamo il riso,un pizzico di sale e cuociamo. Spegniamo e lasciamolo raffreddare bene; in una terrina mischiamo la farina, il lievito, i tuorli. Versiamo con delicatezza questo composto nel riso e amalgamiamo. Montiamo gli albumi a neve e incorporiamoli con estrema dolcezza. Con le mani umide formiamo delle palline, e versiamole aiutandoci con un cucchiaio nell’olio caldo. Scoliamole, spolverizziamole  con lo zucchero a velo e serviamo calde.

 

 

Published by:

Pasta tradizionale di san Giuseppe

Questa particolare pietanza, legata alla tradizione religiosa della Festa di San Giuseppe e dunque di quella del papà, ha tante particolarità. Noi proponiamo una ricetta tradizionale salentina Leccese, un pò elaborata ma veramente particolare. Se non potete fare la pasta in casa, adoperate due formati di pasta diversa che avete in dispensa.

Pasta tradizionale di san Giuseppe 

Ingredienti
Per preparare la sfoglia per la pasta:
500 gr. di farina di grano duro
acqua tiepida
Ingredienti per la cottura della pasta:
250 gr.di broccoli sbollentati
300 gr. di ceci già cotti
1 porro
sale
chiodi di garofono macinati
cannella in polvere
olio d’oliva
olio per friggere


Mettete sul piano di lavoro la farinae gradualmente versate l’acqua tiepida e impastate il composto finchè non diventa omogeneo.
Con il mattarello e stendete la sfoglia spessa 1/2 cm.
Con la sfoglia ricavata , dovete formare un rotolo e con un coltello tagliate la pasta a fettuccine sottilissime.
Ora con le mani prendete la pasta tagliata e, dal basso verso l’alto, sollevatela per staccarla una dall’altra.
Lasciate seccare la pasta così ottenuta almeno per 2 giorni.
In una pentola grande portate a bollore la metà di acqua che di solito si usa per la pasta.
Versate la pasta e, in tanto in un’altra pentola tenete a caldo dell’altra acqua , perchè vi potrà servire .
Quando la pasta avrà ripreso il bollore, aggiungete il sale , i broccoli e i ceci e fate cuocere per circa di 15-20 minuti, mescolate spesso. Se pensate che l’acqua della vostra pasta risulta poca, aggiungetene dell’altra riscaldata.
Intanto in una padella, riscalate l’olio per friggere un pò di pasta a vostro piacimento.
In un altro pentolino riscaldate 1 bicchiere di olio d’oliva e rosolate il porro tagliuzzato, subito dopo versatelo ancora caldo nella pasta e, mescolate.
Terminata la cottura della pasta aggiungete nella pentola i chiodi di garofono in polvere,la cannella in polvere e un’abbondante quantità di pasta fritta, mescolate il tutto e fate riposare.
Prima di servire su ogni piatto spolverate ancora una volta della pasta fritta.


Published by:

Biscotti per il papà

Potete preparare dei simpatici biscotti per la festa del papà: comporranno il suo nome in modo simpatico e divertente. Ottimi per la colazione.

Biscotti per il papà
Ingredienti
1 bicchiere di farina col lievito
1/2 cucchiaio di farina fine di mais
1 uovo
1/3 di bicchiere di burro fuso
1/4 di bicchiere di zucchero raffinato
Un pò di farina bianca
Per la glassa:
1/2 bicchiere di zucchero a velo
acqua e succo di limone


In una terrina setacciate la farina con il lievito e quella di mais. Mescolatele con il burro fuso.
Ora sbattete l’uovo e aggiungetelo, insieme allo zucchero, all’impasto.
Trasferite l’impasto sul tavolo infarinato e impastate bene.
Ottenete delle lunghe strisce sottili, con le quali creerete le lettere del nome del papà.
Stendete della carta da forno sulla teglia del forno a 180° e disponete i biscotti che dovranno cuocere per 20 minuti.
Una volta freddi ricopriteli con la glassa che farete il succo di un limone, lo zucchero a velo e un pò d’acqua.


Published by: